Estetica Noir

                                                                                                   Purity 

                                                                                                   Red Cat Records

                                                                                                  www.facebook.com/esteticanoir

 

 

Torino è la città dove nascono nel 2013 gli Estetica Noir, band dai tratti newwave electrorock, che a distanza di tre anni del loro omonimo Ep(2014), pubblicano il loro primo album”Purity”, che a differenza dell’Ep presenta tutte le 11 tracks  in lingua Inglese.i temi principali affrontati nell’album sono rappresentati da svariate tematiche della società moderna, quali il degrado sociale, l’esistenza della religione e l’abuso dei social network. La track che apre I sipari è “Hallow’s trick”, dove possiamo ben notare l’influenza dei Depeche mode, dove molto carismatica è la voce, potenti e assai ritmati la batteria ed il basso. La band è un quartetto formato da Silvio Oreste (vocals,guitars,synth),Rik Guido (bass), Paolo Accossato (drums) e Guido Pancani(guitars &back vocals), una delle canzoni più energiche è senz’altro la track n.2 “plastic noosphere”, che presenta sonorità cupe , rimandanti al gothic rock. Molto bella, energica ed orecchiabile si presenta “in Heaven” ( track n. 3), dove si possono ascoltare  degli stupendi riff di chitarra e basso. Per ritornare  al collegamento tra le tematiche sopra citate e la loro musica, porterei all’attenzione due tracks, in particolare “ Polarized” ( track n. 6), caratterizzata da basso e chitarra perfettamente coordinati ed armonizzati che coadiuvano perfettamente la Potenza della voce di Silvio. Canzone, la cui musica  ha un carattere introspettivo, nel senso che ci fa osservare la nostra interiorità, rappresentata da sentimenti e desideri prodotti del pensiero stesso, è la track n.7 “ Deluxe lies edition”. Prima delle tre tracks di chiusura  troviamo la track che più di tutte forse è l’incarnazione dei concetti di base sulla società moderna e sulle illusioni quotidiane dovute appunto al degrado sociale ed all’abuso dei social network, che ci allontanano dalla realtà, è la track n. 8 “Hypnagogia”, scientificamente, le illusioni o allucinazioni ipnagogiche sono esperienze intense e vivide che si verificano all'inizio di un periodo di sonno

Questa fase dura da qualche secondo a diversi minuti in cui alcuni o tutti i sensi sonno offuscati. a mio parere è un concetto che fa coesistere il surreale con il reale, come ad esempio la difficoltà a distunguere in certi casi la realtà virtuale dalla vera realtà. In conclusione ci congratuliamo per il lavoro dei nostri Torinesi e attendiamo con ansia il prossimo loro lavoro.                                                                                                                     

   DALYLAROCK 

La musica apre il cassetto dei sogni con la sua chiave di violino.

            (Anonimo)

 

01.  Hallow's Trick

02.  Plastic Noosphere

03.  In Heaven

04.  Suicide Walk

05.  I Hate

06.  Polarized

07.  Deluxe Lies Edition

08.  Hypnagogia

09.  I'M Not Sacred .

10.  A Dangerous Perfection

11.  You Make Life Better

 

Silvio Oreste - vocals-guitars-synth;

Rik Guido -  bass;

Paolo Accossato - drums;

Guido Pancani - guitars-back vocals;

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione