MEMA

                                                                                                                    Mema

                                                                                                                    Marta Press

                                                                                                                    www.facebook.com/memaofficial

 

 

Molto interessante, per quanto riguarda il panorama del pop-rock Italiano, l’ultimo album dei MEMA ( band dell’Oltrepò pavese), che dopo il loro Ep d’esordio “il sole non è irraggiungibile”, che è  stato un successo. Nel 2016, questo quartetto formato da: Elena Bonanata(voce), Andrea Scano( chitarra), Maurizio Desortes(basso) e Marco Ricotti (batteria). Si tratta del primo album omonimo della band. Quest’album si sviluppa in nove tracks, per lo più melodiche e largamente  ispirate a cantautori italiani del calibro di Negramaro, Elisa, Lucio Dalla, Carmen Consoli. Come dicevamo questi ragazzi fanno musica che ricorda lo stile pop italiano d’autore, misto al rock di matrice anglosassone(coldplay, Massive Attack radiohead). Anche se la maggior parte delle tracks, presenta ritmi troppo melodici e smielati(ad esempio la track n. 4 “ favola d’argento”),la profondità dei esti tende a compensare questa scarsa energia, ad esempioil testo della  track n.5” il sole non è irraggiungibile” è molto emozionante, poiché parla dei momenti felici di una relazione,dove niente sembra insormontabile se fatto insieme, quindi il  raggiungimento del sole come metafora del “TUTTO è POSSIBILE”,  altro testo che stupisce, nonostante la troppa melodicità della musica è la track n. 4 “favola d’argento”, che descrive un viaggio che ci conduce, tramite una perfetta descrizione, verso un posto “…lontano e per sempre”, un luogo privo di domande e giudizi che non ci chieda niente, direi un luogo utopico.

Citerei in ultimo una ballad molto bella, la track n. 2 “Madreluna”, che inizia energicamente e poi va sfumare con una dolcezza unica, anche perché è come se i musicisti stessero parlando alla luna, da sempre musa ispiratrice della poetica e del sentimento umano, in questo brano la descrizione dei colori è metafora di emozioni, molto bella la frase che dice “in un verso m’imprigiono…” la rievocazione  della luna avviene già dai primi versi, che dipingono un’immagine romantica classica della Luna. Per concludere mi congratulerei con i Mema per la loro musica, però con la precisazione, che la loro musica pecca un po’ per la poca originalità, poiché molte tracks ricordano eccessivamente brani dei Negramaro e di Elisa. Ci aspettiamo un ricco futuro rock per questi grandiosi ragazzi, e speriamo trovino la loro propria originalità.

                                                                                            DALYLAROCK.

Sento che la musica deve toccare le emozioni prima, e l'intelletto poi. (MAURICE RAVEL).

 

01.  Così sia

02.  Madreluna

03.  Non chiedo niente

04.  Favola d'argento

05.  Il Sole non è irraggiungibile

06.  Vuoti d'aria

07.  Lasciami sognare

08.  Soltanto per te

 

Elena Bonanata – voce

Andrea Scano – chitarre

Maurizio Desortes – basso

Marco Ricotti – batteria

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione