Rising Kingdom

                                                                      Curse Of mind

                                                                     Autoprodotto

                                                                    www.risingkingdom.tk

 

 

Mamma mia che impressione!!!

E si questa frase la dice tutta su questa band che proviene dalle nordiche lande del trentino,questo sestetto ha davvero tutte le carte in regola per arrivare ad incidere un disco di cui non vedo l’ora di poter recensire, ma forse sto davvero correndo troppo con l’immaginazione.Comunque a parte ciò i tre brani di questo demo ci mostrano una band dal talento immenso, che propone un metal progressive nelle più classiche delle intenzioni.In evidenza le influenze dei Vandenplaz ma anche Ironmaiden(soprattutto quando le chitarre della coppia Tonini/Bertò vanno all’unisono) escono fuori prepotenti il cantante non sembra nemmeno italiano tanto che la sua fonetica lo sembrare un artista americano.

Però ripeto, qui si tratta di evidenziare a dovere un po’tutta la band ed il talento di ogni musicista che fa parte.È chiaro che queste parole devono essere sufficienti per farvi capire di che razza di band stiamo parlando,il pezzo parte con un piano che poi viene messo da parte dalle chitarre e la voce davvero potente di Vincenzo Altomonte fa il resto.

Per “Drowning In The Bravery” le chitarre sembrano fare il verso ai Queensryche di “Here Now the Frontiers” ma anche le tastiere con delle frasi orientaleggianti conferiscono al sound una tensione del tutto particolare.

Curse Of mind chiude le danze con una epic intro davvero incredibile quasi cinematografica, e la voce di Vincenzo entra con un acuto dei suoi che vanno più di una volta nell’arco del cd fuori dal pentagramma alto.Gran bel pezzo, e pensate che questo è solo il secondo demo che hanno inciso chissà che faranno con la possibilità di un debutto ufficiale…..Beh credetemi io glielo auguro davvero perché fa davvero piacere rendersi conto del fatto che nel nostro bel paese ci sono ancora dei talenti quasi del tutto inespressi , ma i demo forse servono anche questo.

 

Stefano Bonelli

 

01.Just Your Price 

02.Drowning In The Bravery 

03.Curse Of Mind (Plus Intro Version)

 

Vincenzo Altomonte  - Voice

Matteo Tonini  - Guitar-Back Vocals

Michele Bertò - Guitar-Back Vocals

Daniele Chini  - Keyboards

Luca Porcelluzzi - Bass Guitar

Nicola Tonini – Drums

 

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione