Festa della Musica Sassari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche quest’anno l’ARCI di Sassari promuove la Festa della Musica, una manifestazione che per due giorni, il 20 e 21 giugno, vedrà il Parco di Baddimanna animato da suoni e vibrazioni di corde, membrane, voci.  Nata in Francia e diventata un appuntamento “astrale” in tutta Europa, riunisce musicisti dilettanti e professionisti, chiamati a  invadere strade, cortili, piazze, stazioni, musei, giardini. I concerti sono sempre gratuiti, il gesto musicale viene offerto, in un evento all’insegna della spontaneità, della disponibilità e della curiosità. Promossa dal Comitato Provinciale ARCI di Sassari, con il supporto organizzativo delle associazioni Officine Musicali, Day Off, 33 Giri e Mescla e il patrocinio del Comune di Sassari, la Festa avrà inizio il 20 giugno a partire dalle 16.00, nel parco cittadino dedicato all’inventore dei boy-scout.

Il programma prevede l’esibizione di formazioni musicali che nel panorama isolano si caratterizzano per la ricerca di sonorità sperimentali, e di un giusto riconoscimento: si va dal cantautorato – è il caso di “La città di vetro”, di Fabio Noce e Stefano Cossiga – al rock di Mac and the Bee e dei Quaderni dal carcere, allo hip hop di  Gioccadendè e Rigantanti, alla psichedelia degli Astral Farm e dei Synthetic. Formazioni di punta per le due giornate sono i Rippers, gruppo della scena punk rock isolana previsto per la notte di sabato, e gli Arawak, nota band ambasciatrice del reggae di matrice sarda, ma che ha già varcato i confini dell’isola e che chiuderà la kermesse domenica.

Durante la Festa, e per sostenerne le spese di organizzazione, sarà possibile acquistare il CD che raccoglie i pezzi che i gruppi in programma  hanno inciso negli studi di Officine Musicali, l’associazione che, oltre a distinguersi per le sue produzioni, ospita anche RadiOfficine, la web radio dell’ARCI di Sassari nata a gennaio - sotto il segno della quale nasce la compilation – che trasmetterà in diretta la manifestazione.

Anche l’esposizione di produzioni e creazioni artigianali troverà il suo spazio, insieme all’allestimento di stand informativi sulle realtà dell’associazionismo di produzione, promozione e diffusione musicale:  il mondo della musica sta attraversando un periodo di grandi trasformazioni e di particolare crisi, che comportano gravi difficoltà nell’organizzare eventi e progetti legati alla musica (ogni tipo di musica!).

In particolare, pur se da una gran schiera di amministratori è decantato il valore rigenerativo della musica per gli spazi urbani, quotidianamente ci si scontra con provvedimenti restrittivi emanati in nome di una pax urbana che non preveda suoni. In particolare l’essere ormai da lungo tempo sottoposti a controlli e verifiche che non riconoscono nel mondo associativo un valore per le comunità, bensì una fonte di ‘chiasso’ e disturbo, sta ulteriormente affaticando l’insediamento associativo culturale e musicale.

Ciononostante la creatività resiste, grazie all’urgenza di chi creativo è. E’ necessario sostenere con maggior forza le richieste mirate a rafforzare il settore della ricerca e della produzione musicale, e aumentare le opportunità per dar modo a tantissimi, soprattutto giovani, di essere parte attiva di questo mondo: operatori, tecnici, musicisti, autori, piccoli editori, insegnanti. Per questo l’ARCI dedica la Festa della Musica di quest’anno alla città e a chi vorrebbe vederla e sentirla vibrare in un’armonia di suoni vitali.

Info: Evento fb https://www.facebook.com/events/746586778789991/

Sara Stangoni (340 4969351)

 

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione