Kaledon

                                                         Antillius. The King Of The Light

                                                         Scarlet Records

                                                         www.kaledon.com

 

 

 

Ed eccoci  giunti  ad un altro capitolo della storia infinita dei kaledon ormai  nota ai più . Dalla conclusione della citata storia , è iniziato  un percorso quanto meno originale che prevede di esaminare da vicino  i personaggi coinvolti  nella saga.

Infatti già dal disco precedente  Altor: The King's Blacksmith, potremo  conoscere da vicino tutti  personaggi  della storia che prosegue  in questo  intento col personaggio  più importante  , ovvero  il re Antilius il re di luce  artefice  di un lungo  periodo di pace e prosperità.

Dall’ascolto  di questo nuovo lavoro forse  per il fatto  che racconta le vicende del re di Kaledon ,si evince una propensione verso una maggiore epicità dovuta  ai suoni sontuosi  e dai  ritmi cadenzati  che alcune canzoni  hanno nel loro incedere ad esempio di ciò  cito  The Calm Before the storm  davvero eccezionale come brano d’apertura e le tastiere  di Paolo Campitelli danno al pezzo un  ambientazione cinematografica suggestiva .

I brani  intervallati  da effetti  audio danno  ancora più forza a questo particolare aspetto  e da sempre sono  a mio avviso il vero marchio di fabbrica della band , e ci danno appunto  la sensazione di farci  vivere  l’ascolto di questo   cd (come gli altri)come se ci trovassimo dentro un sala di proiezione.

Dopo  un paio di brani  molto forti  ci imbattiamo in una ballata che vede la partecipazione di un ospite ,o meglio di una ospite trattandosi  infatti di una donna nella persona di Angela di Vincenzo (presa in “prestito”dai Secret Rule)  che interpreta  il ruolo della regina Elisabeth, duettando  col nostro  Marco Palazzi.

Il brano  per quanto mi riguarda è uno  dei più belli del disco non foss’altro per il fatto di essere  diverso rispetto alle canzoni del disco pur non perdendo affatto in epicità.Ma Elisabeth non è l’unica novità di Antilius infatti,nel brano The Angry Vengeance  la band si cimenta per la prima nella lingua italiana  che però viene alternata alla lingua ufficiale , io però  sapete che vi dico  siccome ci sono  già band soprattutto  a Roma che fanno  power cantato in italiano (dicasi  Rosae Crucis),perché  no pensare di fare un disco interamente  cantato  in italiano?. Faccio questa proposta

Perché  l’italiano  oltre ad essere una lingua che ben si presta ad  un certa  liricità melodrammatica potremmo avere un disco  senza dubbio  originale e diverso dallo standard a cui  i Kaledon ci hanno  abituato da tempo, bisogna a onor del vero riconoscere ad Alex Mele e company  un livello qualitativo  alto che viene confermato pienamente anche in questo  ultimo lavoro .

Una menzione particolare  va alla copertina realizzata dal colombiano Felipe Machado,  col predominante colore giallo  che pervade  la cover,  vuole sottolineare la solennità  della presentazione  al popolo  di un non meglio imprecisato manufatto. LA versione  in  digipack  per altro rispetto alla sua versione  standard   è la senza dubbio la migliore .

In conclusione  questo Antilius conferma  ancor di più quanto  fin’ora e già  sono curioso di sapere quale sarà  il prossimo personaggio  che verrà  preso in esame ….forse il drago ???

 

Stefano Bonelli

 

PS

Dopo la realizzazione del disco purtroppo  il cantante  Marco Palazzi lascia la band per forti controversie personali costringendo  la band a sospendere il tour già pronto ed attualmente  i Kaledon stanno  provinando i vari  cantanti  , e la ricerca è ancora lungi dall’essere terminata, non appena la line up  sarà  ristabilita  i Kaledon partiranno  per cominciare finalmente la degna promozione del loro disco .  

 

 

 

01.  In Aeternum

02.  The Calm Before the Storm

03.  Friends Will Be Enemies

04.  Elisabeth

05.  New Glory for the Kingdom

06.  The Party

07.  The Evil Conquest

08.  Light After Darkness

09.  The Angry Vengeance

10.  My Will

11.  The Glorious Blessing

12.  The Fallen King

 

Paolo Lezziroli - bass, vocals

Alex Mele - lead guitars

Tommaso Nemesio - guitars

Marco Palazzi - lead vocals

Massimiliano Santori - drums

Paolo Campitelli - keyboards

 

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione