Dream Theater

                                                                Live at Luna Park

                                                                Eagle Rock Entertainment

                                                                www.dreamtheater.net

 

 

 

 

 

 

 

E così eccoci finalmente a parlarvi di questa nuova opera (perchè di questo si tratta), del gruppo americano più amato dai fan di mezzo mondo e non solo . perché aggiungo non solo ‘ state pur certi che se lo dico è perché effettivamente un gruppo come i Dream Theater è un gruppo che viene da un altro pianeta e di sicuro avranno fan anche da lì.

Mi accingo a fare questa recensione di Live at Luna Park quando i Dream Theater avranno distrutto  il Palalottomatica in quel di Roma. Ma sopratutto dopo aver visto il dvd in questione, è praticamente impossibile non scrivere nulla.

Intanto bisogna dire che questa volta la band ha fatto le cose veramente in grande , cogliendo l’occasione del tour mondiale per la promozione di A Dramatic Turn of Events che è servito anche per presentare il nuovo batterista  Mike Mangini. Il dvd è stato realizzato in blue ray ed è il primo per loro, mentre per le riprese sono state usate ben 16 telecamere  per  delle riprese veramente di livello eccelso con una nitidezza senza pari per quanto riguarda la qualità delle immagini si ouò dire la stessa cosa anche per quanto riguiarda i suoni molto belli merito di una produzione stratosferica.

Quindi in questa occasione così importante i Dream si sono spostati in Argentina effettuando le riprese al Luna PArk location assolutamente adatta per lo scopo che la band si era prefissa , il pubblico poi non si fa certo pregare nel tributare  tutto l’amore per la band intera facendo sentire a casa anche il nuovo arrivato che certo non si è risparmiato nel dimostrare a tutti il suo talento enorme messo a disposizione della band.

Per quanto riguarda il dvd in se per se, si fa notare subito per la sua lunghezza infatti per arrivare alla fine della visione ci vorranno ben oltre le due ore rispetto alla durata normae di tanti dvd da me visti.Ma credetemi che sono due ore ben spese e che passano in un battibaleno e questo non senza lasciare stupefatti esterrefatti e tramortiti chi guarda il dvd stesso alla fine si ha la certezza di avere per la mani qualcosa di veramente unico e raro.

Inizia le danze forse uno pezzi più rappresentativi di Dramtics ovvero  “Bridges in the Sky”con quell’introduzione suggestiva con lo sciamano a benedire tutti i presenti .   

 Dopo il primo pezzo la band americana già propone uno dei cavalli di battaglia 6:00 con la caratteristica intro della batteria che Mike Mangini interpreta da par suo senza sentirsi per nulla in soggezione da quanto fatto dal suo predecessore .

Ma il nostro  buopn Mike avrà la sua possibilità di farsi con il suo assolo che arriva dopo Lost not Forgotten , in una esibizione la sua davvero encomiabile nella usa tutto il suo Drum kit  a Monster Kit come dice James la brie nell’ introdurre l’assolo.

 E sarà sempre James la Brie ha presentare i vari assoli sia di Jordan Ruddes maestro dell’improvvisazione anche in questa occasione ,ed ovviamente anche per Petrucci spende parole elogianti per il talento del chitarrista  lungo-crinito il quale esegue un assolo straordinariamente efficacie sia dal punto di visto melodico che dal punto di vista prettamente esecutivo-

 Un assolo quello di Petrucci nel quale fa scaturire non solo la sua enorme tecnica ma anche il suo grande cuore che ha detto di molti è sempre stato soffocato dall’enorme tecnica dello stesso.

Quello che esce fuori da questa esecuzione e come se si avesse la sensazione di  volare tra le nuvole facendoci quasi arrivare in paradiso provocando una delle standing ovation da parte del pubblico presente. In pratica una band in forma davvero eccelsa e soprattutto il cantante ha dimostrato di aver superato alla grande le difficoltà di qualche anno fa.

Il dvd in questione durante la sua visione è a tratti commovente e in un momento particolare quando cioè la band esegue un breve set acustico accompagnati da una sezione di violini scelti per l’occasione dalla scena musicale locale per eseguire due brani una la stupenda Silent men eseguita nella sua versione originale, ed il secondo brano Beneath the Surface perun set davvero suggestivo.

La conclusione del concerto viene affidata manco a farlo apposta a  Metropolis pt.one,e ad un tratto si vede Jordan Rudess che un indossa il cappello da mago per confermare se cene fosse stato bisogno che lui è il solo ed unico vero Wizard delle tastiere .

Live3 at Luna Park contiene anche un secondo ricco dvd nel quale sono inserite una serie di altre canzoni evidentemente non entrate nel primo dvd ed oltre a questo potete guarda anche il lungo documentario il trailer del dvd ed un dietro le quinte dove si vedono  i due registi che raccontano la loro esperienza  un dvd da avere assolutamente.

 

Stefano Bonelli 

 

01.  Bridges in the Sky

02.  6:00

03.  The Dark Eternal Night

04.  This Is the Life

05.  The Root of All Evil

06.  Lost Not Forgotten

07.  Drum Solo

08.  A Fortune in Lies

09.  The Silent Man

10.  Beneath the Surface

11.  Outcry

12.  Piano Solo

13.  Surrounded

14.  On the Backs of Angels

15.  War Inside My Head

16.  The Test That Stumped Them All

17.  Guitar Solo

18.  The Spirit Carries On

19.  Breaking All Illusions

20.  Metropolis Pt. 1

 

Bonus features:

 

Six bonus tracks:

These Walls

Build Me Up, Break Me Down

Caught in a Web

Wait for Sleep

Far from Heaven

Pull Me Under

 

Documentary:

Trailer

Behind The Scenes

Cartoon Intro

 

James LaBrie – lead vocals

John Petrucci – guitar, backing vocals

Jordan Rudess – keyboards

John Myung – bass

Mike Mangini – drums

 

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione