Tommy Emmanuel  & Martin Taylor

                                                   The colonel & the governor

                                                   Mesa/Bluemoon

                                                  www.tommyemmanuel.com

 

 

 

Le carriere artistiche di Tommy Emmanuel e Martin Taylor cominciano rispettivamente tra il 1979 e il  1981: risalgono a quegli anni infatti Ie uscite dei loro primi dischi ufficiali. Per entrambi dunque potremmo parlare all’ infinito a proposito della loro discografia, delle loro collaborazioni con importanti nomi internazioni, della  loro tecnica - entrambi famosi per il finger picking.

Trentacinque anni di musica quindi, senza contare che entrambi hanno imbracciato la chitarra da giovanissimi – e che in questo “The colonel & the governor” risplendono con tutta la classe possibile.

I due grandi del jazz incrociano le armi, o per meglio dire, i manici delle loro chitarre (non parliamo di armi in questo periodo… che è meglio…) e danno vita ad un ora di grande musica, suonando in duo alcune composizioni inedite ed alcune interpretazioni di grandi classici del passato di Eddie Lang, Django Reinhardt, Carl Kress, musicisti questi ultimi, che hanno ampiamente influenzato il playing di entrambi. Ciò che mi ha colpito durante l’ ascolto delle 14 tracce è l’ estrema disinvoltura di entrambi nel suonare in modo al contempo virtuosistico e melodico, con semplicità e naturalezza.

Ci si rende conto di questa rilassatezza dalle risate e da alcune incitazioni scherzose che i due si rivolgono vicendevolmente durante le esecuzioni, fondendo i loro stili senza mai invadere lo spazio dell’ altro in un botta e risposta continuo in cui è facile riconoscere il suono più pungente di Emmanuel, e quello leggermente più morbido di Taylor. Su youtube si trovano filmati tratti dai concerti del lungo tour succeduto all’ uscita del disco in cui si può “guardare” ciò di cui sto parlando.

La qualità della musica è naturalmente altissima. La traccia di apertura “I Won't Last a Day Without You” ne è un primo esempio. “Jersey Bounce” è invece un primo esempio della passione di entrambi per la reinterpretazione di standard celebri. Qui si divertono con questo brano tratto dal repertorio del clarinettista Benny Goodman. In “Bernie’ s Tune” lo fanno con un altro standard del sassofonista  Gerry Mulligan. Molto belle anche le dolcissima “True” e “One day”. Due pezzi che ammaliano per melodia e interpretazione.

Andando avanti tra o titoli troviamo lo standard “Lullaby of Birdland” di cui ricordo una splendida versione cantata da Ella Fitzgerald; “Secret love”, altro pezzo emozionante con i suoi armonici in apertura. Il disco è in definitiva la “summa” della bravura e della sensibilità di questi due grandi musicisti. Quando due artisti di questa levatura entrano in contatto il risultato può essere solo grande musica e divertimento.

 

Claudio Signorile.

 

 

01. I Won't Last A Day Without You

02. Jersey Bounce

03. Bernie's Tune

04. A Smooth One

05. True

06. Heat Wave

07. One Day

08. Lullaby Of Birdland

09. The Nearness Of You

10. Down At Cocomo's

11. The Fair Haired Child

12. Secret Love

13. Wonderful Baby

14. I Wish I Knew How It Would Feel To Be Free

 

Tommy Emmanuel & Martin Taylor – guitars

 

  

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione