Kelly Simonz's Blind Faith

                                                              Blind Faith

                                                              King Records

                                                             www.kellysimonz.com

 

 

 

Hmmm... Questo sicuramente è un disco neoclassic metal, Kelly Simonz è cresciuto a pane (poco) e Malmsteen (moltissimo) e non manca mai di ricordarcelo, traccia dopo traccia.Blind Faith è l'album del progetto omonimo dello shredder giapponese, per la precisione il quarto disco se si include un the best of.Purtroppo ho passato diverso tempo a scartabellare online, ma mi sono sempre scontrato con traduzioni improbabili dal giapponese, si lo ammetto, non so il giapponese e mi dispiace perchè non uso mai google traduttore (sbaglia tutto...evitatelo) però in questo caso non ne ho potuto fare a meno. 

 Sinceramente non so per quale motivo il buon Kelly non abbia pensato ad un sito multi lingua visto che ormai anche gli anglofoni lo fanno... Vabbè, questo era solo un preambolo per farvi capire quanto questo disco sia stato ostico all'ascolto, ostico perchè sembra una cover band di Malmsteen e ostico perchè la produzione è datata, anzi antica. 

Sorvolando sulla voce improponibile che però dona al disco un sapore particolare almeno quando canta in giapponese, ci buttiamo a capofitto nell'oceano di trentaduesimi che caratterizza questo disco, trentaduesimi quasi esclusivamente suonati sulla scala minore armonica, ci tengo a precisare che io adoro Malmsteen e che non ho nulla contro l'armonica minore ok?

 

Insomma è semplice, se non esuli mai dalla suddetta scala sarà molto difficile suonare qualcosa di nuovo, sicuramente Kelly Simonz è dotatissimo tecnicamente, possiede un legato e un plettrato alternato di una precisione imbarazzante, gli sweep (armonica minore again) sono perfetti e non mi stupirei se qualcuno mi dicesse che le chitarre sono state registrate quasi tutte "buona la prima", però il disco annoia dopo cinque minuti.

Andrea Neri

 

01. N.W.O.                  

02. Burning in My Soul        

03. Toki-No-Kakera  

04. Requiem  

05. Signs of the End of the World    

06. The End of the Beginning          

07. Opus#2-No.1       

08. Revelation           

09. Opus#2-No.2       

10. Nocturne  

11. Allegro Maestoso

12. Silent Sorrow      

  

Kelly Simonz - vocals, guitars, keyboards, programming

Yosuke Yamada         - drums

 

Kaz - bass

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione