MYLES KENNEDY – pubblica il video di “A Thousand Words”dal nuovo album solista “The Ides Of March”

MYLES KENNEDY
pubblica il video di “A Thousand Words”

dal nuovo album solista “The Ides Of March”
Guardalo QUI
 
Ordina “The Ides Of March” QUI
[Credito foto: Chuck Brueckmann]
In vista del primo tour dopo oltre trenta mesi, MYLES KENNEDY pubblica un altro video estratto dall’ultimo album The Ides Of March”. Per il video di “A Thousand Words” MYLES collabora nuovamente con il regista Stefano Bertelli (Alter Bridge “Native Son”/Myles Kennedy “In Stride”) per un altro capolavoro di animazione. Il video vede Myles riflettere sulla vita mentre canta su una tomba aperta un testo che fa pensare: “Cause in times like these, we must live and learn”.
 
Il video di “A Thousand Words” può essere visto QUI.
 
Myles Kennedy ha pubblicato il suo ultimo album The Ides Of March” su Napalm Records a maggio. Il disco è stato acclamato dalla critica e rappresenta un altro caposaldo nella carriera del musicista. The Ides Of March” è entrato in numerose classifiche, tra cui il #1 in tre diversi paesi: #1 Billboard Top Current Hard Music (Stati Uniti), #1 Official Rock & Metal Albums (UK), #1 Official Independent Album Chart (UK) e #1 Hard Music Albums (Canada). Da The Ides Of March” sono stati estratti quattro singoli: il debutto “In Stride”, la traccia di apertura “Get Along”, la title track nonché la canzone più lunga del disco “The Ides Of March” e la pensierosa ballata “Love Rain Down”.
 
“The Ides Of March” è stato prodotto dal collaboratore di lunga data Michael “Elvis” Baskette ed è ordinabile QUI.
A proposito di MYLES KENNEDY:

A questo punto, la voce di MYLES KENNEDY lo precede. Certamente, essa brilla sui sei album da classifica dei titani del rock Alter Bridge, su tre dischi con Slash e The Conspirators, su due album dei The Mayfield Four, sul suo debutto solista del 2018 Year of the Tiger, oltre ad essere apparso come ospite per tutti, da Disturbed e Halestorm a Gov't Mule, Sevendust, Mark Morton e Darryl "DMC" McDaniels. Per quanto sia rinomato per il suo timbro altissimo e il suo lamento bluesy che scuote la terra, possiede anche un’eloquente vena compositiva, con arrangiamenti cinematografici e, naturalmente, fa fuochi d'artificio dinamici di chitarra esplosivi tanto quanto la sua sbalorditiva gamma vocale. MYLES KENNEDY irruppe sulla scena musicale nel 1990, ma solo nel 1995, attraverso la sua band The Mayfield Four, ottenne una certa notorietà. Fu quando i The Mayfield Four andarono in tour aprendo per i Creed che MYLES KENNEDY incontrò Mark Tremonti, Brian Marshall e Scott Phillips.
 
Questo incontro portò alla formazione degli Alter Bridge, la band che sarebbe diventata il biglietto da visita di Myles nel mondo. Nel 2008, la fama di MYLES KENNEDY circolava nell'industria musicale e alla fine si imbatté nei membri dei Led Zeppelin. Una storia ormai leggendaria: a Myles fu chiesto di suonare con Jimmy Page, John Paul Jones e Jason Bonham in un potenziale progetto che non si concretizzò mai. Nel 2009, il chitarrista dei Guns N' Roses Slash stava lavorando a un progetto solista e chiese a Myles Kennedy di cantare in due canzoni di quel disco. Questa collaborazione avrebbe portato Myles a diventare il cantante della sua altra band rock, Slash featuring Myles Kennedy and The Conspirators.
 
Questa collaborazione portò anche MYLES KENNEDY a cantare per gli iconici Guns N' Roses in occasione del loro ingresso nella Rock & Roll Hall Of Fame nel 2012 quando il fondatore della band Axl Rose non poté partecipare. Con i suoi vari progetti, Myles è apparso al The Tonight Show, Jimmy Kimmel Live, Conan e la sua musica è stata utilizzata dalla WWE, dalla Major League Baseball e dalla NASCAR, per citarne alcuni; inoltre è apparso nel film Rock Star. Il 2018 ha segnato un nuovo capitolo nella carriera di Myles, quando ha pubblicato il suo tanto atteso album di debutto solista, Year Of The Tiger, ottenendo un successo di critica e commerciale. Con il suo nuovo album solista, The Ides Of March, MYLES KENNEDY mette in mostra il talento che lo ha reso uno dei più importanti frontman della musica moderna odierna.

Line-Up su The Ides Of March:
Myles Kennedy - voce, chitarra
Zia Uddin - batteria, percussioni
Tim Tournier - basso

MYLES KENNEDY online:
WEBSITE
FACEBOOK
TWITTER
INSTAGRAM
NAPALM RECORDS
 
 
 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione