Desperation Blvd

                                                                   Desperation Blvd

                                                                   Selfproduction

                                                                   www.facebook.com/desperationblvd

 

 

Questo dei Desperation Blvd , è un nuovo progetto tutto italiano che da alle stampe  il debutto che porta  il loro stesso nome. Il progetto in questione nasce come trio formato da Alex Corona (Crown) chitarra, (Elvis Ortolan (Hell) alla batteria e (Matteo Martinelli (Matt) basso.

Per realizzare il disco in forma di EP da sei tracce si sono fatti aiutare da Michele Guaitoli noto cantante per aver fatto parte di varie band quali “Temperance” “Kaledon” “Vision of Atlantis”, ed hanno registrato il materiale presso il Factory Studio di Udine.

Anche se i membri della band ha avuto esperienze in altri gruppi questo è da considerarsi come debutto a tutti gli effetti, in Desperation sono state composte cinque canzoni originali ed una cover dei Duran Duran “Hold back the rain. Proprio questa scelta definisce la forte personalità dei Desperation Blvd.

Tanto per fare le cose in grande il trio italico ha invitato una ridda di ospiti eccellenti tra i quali spiccano i nomi di David Reece(Accept, Bangalore Choir) che cantato sul brano 'North-East Boulevard',Thomas Silver che si è prestato con  la sua chitarra per l’assolo in “Northeast boulevard” (Accept, Bangalore Choir) e la bravissima Alessia Scolletti singer nei Temperance ed già  ascoltata  nel disco solista di Alex Mele di cui trovate la recensione qui che ha cantato nella canzone intitolata ”I don’t want you”.

Le canzoni che possiamo ascoltare in questo ep sono tutte all’insegna del divertimento tanto che potremmo considerare i Desperation Blvd come una sorta di nuovi Twisted Sister, anche perché l’opener “November Pain”(da non confondere con la ben più nota “November Rain” dei guns’n’roses), deve molto al band di Dee Snider ed anche lo stile di Alex Corona  e molto simile a quello di Jay jay french. Ecco possiamo tranquillamento affermare che lo spirito che si respira in questa realese è il divertimento tout court ed in questo periodo ce nè bisogno tantissimo.

Riprendendo il discorso, questo non vuol dire che la band non abbia personalità lo dimostra come detto il fatto di aver coverizzato un classico come quello dei Duran Duran rendendolo alla loro maniera.Tutto il lavoro funziona a meraviglia merito anche dell’ottima produzione  e del mixaggio che valorizzano tutto l’insieme.

In conclusione aspettiamo la band ad una prova più sostanziosa sotto forma  di full lenght anche perché dopo  aver ascoltato la loro musica penso che tutti abbiamo voglia di divertirci.

 

Stefano Bonelli 

 

 

01.  November Pain

02.  Queen of Heartache

03.  Henhouse Tales

04.  North-East Boulevard

05.  Hold Back The Rain

06.  Sorry (I don't want you)

 

 

Alex Corona (Crown) - guitar

(Elvis Ortolan (Hell) - drums

(Matteo Martinelli (Matt) - bass.

 

Guest musicians:

David Reece (Accept, Bangalore Choir) - vocals on 'North-East Boulevard'

Thomas Silver (Hardcore Superstar) - guitar solo on 'North-East Boulevard'

Fabio D'Amore (Serenity) - vocals on 'Hold Back The Rain'

Herma (Sick 'n' Beautiful) - vocals on 'Queen of Heartache'

Alessia Scolletti (Temperance) - vocals on 'Sorry (I Don't Want You)'

Claudio Coassin (Raintime/Fake Idols) - vocals on 'Henhouse

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione