Cortez

                                                                                Sell the Future

                                                                               Ripple Music

                                                                              www.cortezboston.com

 

 

Sano e robusto Rock’n’Roll con il piglio a volte sbarazzino di chi deve darsi tutto, schizzando sudore, e che non lesina elettricità adolescenziale; altre volte invece l’approccio risulta serioso e austero. Contrariamente a ciò che presenta la copertina, più tipica del Thrash o del Death, qui abbiamo una forza di tipo tradizionale, molto anni ottanta anche se alcuni assoli tradiscono l’amore per gli anni settanta. Metà dell’album si dedica allo stoner, mentre l’altra metà segue un Heavy metal classico. Il combo viene dagli Stati Uniti (Boston) ma ha molto delle atmosfere europee pur in un contesto in cui l’americanità emerge. Esordio con un ep nel 2007, e primo full-lenght nel 2012, oggi il terzo.

“NO ESCAPE” è un Heavy Metal di stampo Street; uno di quei brani di cui ci si innamora subito, dinamico, fresco e con una lunga parte strumentale che aumenta il fervore emotivo. La cadenzata “LOOK AT YOU” si butta più nella NWOBHM con un sapore alla Diamond Head e un po’ alla Angel Witch, e la riuscita è totale al 100%. Le note soft dell’inizio di “SHARPEN THE SPEAR” non aprono per un brano soft ma per un pezzo che fa ondeggiare la testa, ancora utilizzando l’atmosfera da NWOBHM, dentro una struttura però che ricorda sia il MSG che Gary Moore, solo più arrembante.

  L’Heavy è tonicissimo anche nella veloce “Vanishing Point”, seppure con un po’ di afflato Stoner e però molto più legato all’attitudine dei primi anni ottanta che ai settanta; un sound legato a certo viraggio di alcuni gruppi attuali che non fanno più Stoner puro. Il Doom della title-track “Sell the Future” è uno dei pezzi che si accorda con la copertina, sabbathiano e funereo quanto basta per rappresentare il mondo devastato che vi è stato disegnato. L’altro è il mezzo psichedelico stoner “Faulty Authors” in cui il senso americano è più forte e la pesantezza è aumentata con un andamento denso e caldo. Ancora “DECEIVERS” urla una certa sporcizia di rabbia sonora. Molto polveroso il più intimista “Beyond”, leggermente meno personale del resto, ma pur sempre pieno di ardore, con l’aggiunta di un urgente pathos. Nessun filler, e la cavalcata non da interrompere, ma da scatenare fino alla fine.

A volte non si capisce che fine abbia fatto il sano vecchio rock metallico, e quando esce un lavoro come questo si respira un sospiro di sollievo dicendosi: “ allora non tutto è perduto!”. Sì, perché queste otto tracce si trovano nella scia della tradizione senza alcuna pecca estetica e senza scopiazzare nel songwriting, anche se l’essenza derivativa si sente. Il valore che viene espresso dagli assoli è una delle luci a di un full-lenght che sembra vissuto con impeto senza dimenticare la necessità di una musicalità ben costituita.

I musicisti hanno chiara in mente la loro posizione nel panorama metal, e sanno come viverla dal punto di vista compositivo. Per me assolutamente su il pollice, ma uno solo non basta. Le tematiche dei testi sono legate alla visione della società, ma l’energia profusa è piena di istinto. C’è infatti un bel groove sanguigno che non pare si riesca a sedare, traccia dopo traccia. Voce davvero in grado di portare emotività e feeling, col suo tono aperto, melodico ma anche aggressivo.

 

Roberto Sky Latini

 

01.  No Escape

02.  Sell the Future

03.  Look at You

04.  Faulty Authors

05.  Deceivers

06.  Sharpen the Spear

07.  Vanishing Point

08.  Beyond

 

Matt Harrington – vocals
Scott O’Down – guitars
Alsdair Swan – guitars
Jay Furlo – bass
Alòexei Rodriguez - drums

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione