Linkin Park

                                                                             The hunting party

                                                                             Warner Bros

                                                                            www.linkinpark.com

 

 

 

Questo ultimo lavoro dei Linkin Park mi ha davvero stupito,pensavo ormai fossero crollati in una vorticosa discesa di composizione ed ecco invece che tirano fuori questo gioiellino splendente dal nome "The Hunting Party".La storia di questa band dimostra che non poteva facilmente disciogliersi nel nulla tutta quella magia che ci avevano fatto assaporare nei primi album e "The hunting party" è un ritorno alle origini.In questo ultimo lavoro l'elettronica e il rap rock la fa sempre da padrone ma con la matrice Linkin Park prima maniera,rafforzata dalle linee vocali di Chester e Mike ritornati ad essere un tutt'uno strepitoso.Questo disco segna il ritorno alle sonorità più ruvide e dirette,mi sento di aggiungere che è una scelta giusta visto la strada percorsa controcorrente negli ultimi anni.A volte la scelta più semplice è quella più sensata.Dalle prime note dell'album"keys of kingdom" fa capire di che pasta è fatto questo lavoro e il muro di chitarra eretto sulla voce urlante di Chester Bennington ne è testimone.Nella song "Drawbar" da segnalare un ospite d'eccezione come Tom Morello che con la sua chitarra whammy arricchisce le armonie del brano come una ciliegina sulla torta.Il mio brano preferito è la devastante "Rebellion"con un altro ospite illustre direttamente dai System of a Dawn,il buon Daron Malakian che fornisce al songwriting un tiro decisamente micidiale.Un disco da ascoltare a ripetizione fino ai conati di vomito...difficilmente sarà un lavoro ripetibile...bentornati!

 

Michelangelo Lubrano

 

01. Keys To The Kingdom

02. All For Nothing

03. Guilty All The Same

04. The Summoning

05. War

06. Wastelands

07. Until It's Gone

08. Rebellion

09. Mark The Graves

10. Drawbar

11. Final Masquerade

12. A Line In The Sand

 

Chester Bennington – vocals

Rob Bourdon – drums, percussion

Brad Delson – lead guitar

Dave "Phoenix" Farrell – bass guitar

Joe Hahn – turntables, sampling, programming

Mike Shinoda – vocals, rhythm guitar, keyboards

 

Additional musicians:

Page Hamilton – vocals and guitar (on "All for Nothing")

Daron Malakian – guitar (on "Rebellion")

Tom Morello – guitar (on "Drawbar")

 

Rakim – vocals (on "Guilty All the Same")

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione