Deep Purple

                                                                            Whoosh

                                                                            earMUSIC

                                                                            www.deeppurple.com

 

 

Bob Ezrin storico produttore dei Pink Floyd di The Wall e Berlin di L. Reed ci riprova con i Deep Purple ed il risultato si fa sentire . Eccome . Stravolge il sound della band e ne crea uno che purtroppo non ci piace nemmeno lontanamente. Qualcuno è arrivato a dire che i Purple si sono invecchiati e che dovrebbero mettersi in pensione ma noi non la pensiamo allo stesso modo . In ogni progetto si dovrebbe analizzare a fondo la questione , un musicista quando è ancora in grado di lavorare professionalmente non vedo perchè debba accettare il riposo forzato .

Ad oggi i Deep Purple hanno prodotto ottimi album hard rock con tutte le sfaccettature possibili, Mark 1 , 2 , 3 e così via , sinceramente quando Ritchie Blackmore decise di abbandonare la formazione tutti pensavano che i Purple avevano imboccato la strada per lo scioglimento ed invece Steve Morse ha sorpreso tutti dando nuovo lustro al sound e allungando la vita alla loro carriera, così Gillan, Paice, Glover e Lord hanno continuato a macinare musica e tour con grande professionalità ed esperienza fino alla scomparsa dello stesso Jon Lord sostituito da un altro egregio tastierista, Don Airey che non ha bisogno di presentazioni . Adesso cosa vogliamo chiedere di più a questi vecchietti ?Hanno persino inscenato un tour di addio qualche tempo fa ma quando ancora senti l'energia scorrere dentro di te non ce la fai a mettere in pratica tutti i presupposti per mettersi da parte .

Io quello che penso è che un gruppo di lavoratori , che si annoia dopo anni di collaborazioni senza mai cambiare una virgola , chiede un motivo valido per andare avanti. Perchè continuare a suonare la copia delle copie, delle copie della storia quando dal vivo poi il pubblico chiederà gli stessi classici da oltre 50 anni ? Semplice, per continuare a lavorare in sintonia si cerca di dare un senso alla musica e di dimostrare che anche a 70 anni si può creare un prodotto interessante diverso dal contesto con cui abbiamo imparato a conoscere i Deep Purple .

Bob Ezrin è la persona giusta per confezionare un album ben suonato e stilisticamente eseguito con bravura e tecnica sopraffina ma per noi ascoltatori non ci basta , anzi, a volte ci annoia perchè da loro ci aspettiamo le solite cose e non sò quanto questo sia un bene od un male . Tempo fa ascoltando il nuovo cd degli Who mi sono scandalizzato ad ascoltarli nel campo della musica pop , poco riconoscibili e riconducibili alla storia del rock che sembra essersi dimenticata di loro.

I Deep Purple mi lasciano le stesse sensazioni anche se si rimane nel campo del rock ma con una raffinatezza inusuale per loro , i brani si ascoltano solo perchè si sente la mano del professionista ma se dobbiamo giudicare le composizioni rimaniamo interdetti e volentieri fermiamo la musica per cambiare cd . Solo per chi ama la musica , i fan dei Deep Purple ascoltino il passato. 

Angusbidoli

 

01.  Throw My Bones

02.  Drop The Weapon

03.  We're All The Same In The Dark

04.  Nothing At All

05.  No Need To Shout

06.  Step By Step

07.  What The What

08.  The Long Way Round

09.  The Power Of The Moon

10.  Remission Possible

11.  Man Alive

12.  And The Address

13.  Dancing In My Sleep

 

Ian Gillan – vocals

Steve Morse – guitar

Roger Glover – bass

Ian Paice – drums

Don Airey – keyboars

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione