Tia Carrera

                                                                   Tried and True

                                                                   Small Stone Recordings

                                                                  www.facebook.com/tiacarreraofficial

 

 

Questo trio texano dei Tia Carrera ci regala 37 minuti di musica strumentale anni '70 intitolato Tired And True . Recensire certi prodotti richiede una concentrazione più accurata perchè non facilmente giudicabili a mio avviso e questo cd dovrebbe essere più definito un passatempo mentale, semplicemente la giusta colonna sonora di uno sconvolgimento di gruppo con erbe psicotrope ed acidi lisergici .

Non amo particolarmente le band che preferiscono la forma strumentale senza usare la voce perchè danno il senso di qualcosa di incompiuto , ti aspetti che prima o poi entri la voce ma scopri che si va verso una lunga jam session dove la chitarra è l'unica protagonista della scena . Certe volte ci si riesce ma è davvero un peccato , non sono poche le band che decidono di attuare questo tipo di lavoro . Jason Morales suona come Hendrix, Robin Trower , chitarre fuzz e wha-wha in pieno stile seventies dove la base ritmica di Curt Christenson (basso) e Erik Conn (batteria) accompagna diligentemente senza sbavature .

Personalmente trovo certe assonanze con una band inglese underground degli anni '90 , gli Outskirts Of Infinity sopratutto nelle tracce strumentali dove sembra appunto di ascoltare la chitarra hendrixiana di Bari Watts . I Tia Carrera non brillano di originalità e non danno l'idea di voler sembrare differenti dal già sentito, sembrano adagiarsi all'ideale peraltro giusto di suonare musica per il solo gusto di suonarla, chiudersi in uno studio, fumare marjuana e tirare fino al mattino .

Stoner rock dove regna l'odore di Hendrix e Black Sabbath , lunghe cavalcate cosmiche di rock blues ed hard rock antico , jam su cui i tre giocano con esperienza essendo da 20 anni sulla breccia, a volte immagino di ascoltare la voce di Ozzy ma rimane sordo nel mio desiderio , bisogna accettarli così come sono senza chiedere loro un inversione di rotta . Peccato . Vado a farmi un cannone e me li vado a sentire al buio, forse vorranno indicarmi qualcosa di più che non colgo in questo momento di lucidità. 

Angusbidoli

 

01.  Layback   

02.  Taos         

03.  Swingin' Wing     

04.  Zen and the Art Of the Thunderstorm    

05.  Tried and True

 

Jason Morales - guitar

Curt Christenson - bass

Erik Conn - drums

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione