War Cloud

                                                         Earhammer Session

                                                         Ripple Music

                                                         www.facebook.com/warcloudiscoming

 

 

Con questa recensione ci inoltriamo in territori metal anni '80 , più precisamente verso le tipiche sonorità della NWOBHM . I californiani War Cloud decidono di produrre un album suonato interamente live in studio dove la maggior parte dei brani sono già editi nei precedenti due lavori della band .

Si potrebbero ricercare i motivi di tale scelta perchè ufficialmente sembra non ce ne siano , probabilmente i ragazzi vogliono dimostrare il proprio potenziale live o trovare gli spunti giusti per il prossimo album di inediti , fatto stà che il sound dei War Cloud risulti davvero immediato e granitico , tipico esempio del primo metal . I riferimenti vanno dai Motorhead, ai Metallica fino a Cirith Ungol e rispetto al passato dove le composizioni potevano risultare troppo ricercate e spesso indirizzate verso l'epic , con Earhammer Sessions ci si rivolge soprattutto su linee più stradaiole e rock'n'roll suonato grezzo , adatte più per un ascolto durante un viaggio sulla Route 66 .

Già solo il fatto di aver suonato tutto in diretta me li rende più simpatici ed onesti , semplificano il giudizio sulle qualità di una band e consentono di godere di un migliore ascolto . Poi saranno poco originali e non porteranno nessuna novità al metal , non c'è nessun brano che si differenzia dal resto , questo è vero ma è un pò come lo spirito antico di certe esecuzioni in ricordo di vecchi eventi live dove il muro del suono si infrangeva su noi spettatori senza darci il minimo respiro tra un brano e l'altro . Provare per credere e chissà non possa davvero piacervi di brutto. 

Angusbidoli

 

01.  Vulture City

02.  Give’r

03.  Chopper Wired

04.  White Lightning

05.  Divide And Conquer

06.  Tomahawk

07.  Speed Demon

08.  Striker

 

Alex Wein – guitar and vocals

Tony Campos - guitar

Sean Nishi - bass

Joaquin Ridgell - drums

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione