Lez Zeppelin

                                                                             Lez Zeppelin

                                                                             Emanation

                                                                            www.lezzeppelin.com

 

 

 

Certo è che dopo tanti tributi ai Led zeppelin tutti maschili sono rimasto alquanto stupito dal fatto che esistesse anche un all female tribute alla mitica band di Page E Plant.Sono rimasto stupito perché il tutto funziona dannatamente bene e la singer Sarah Mclellan ,rende veramente alla grande arrivando a toccare le stesse tonalità del biondo Robert, (inarrivabili per l’epoca) senza particolari difficoltà favorita però anche dal fatto di essere femmina.

La band in questione ha trovato un monicker molto simile all’originale chiamandosi per l’appunto LEZ ZEPPELIN proprio per evidenziare il fatto che si tratta di tributo al femminile, e ascoltando il disco ci accorgiamo che per come è stato realizzato , è molto vicino a quanto fatto dai Tesla nei loro due straordinari dischi di cover.

Tutta la band si dimostra all’altezza della situazione ed il confronto con gli originali è a mio avviso vincente.Si parte con la arci nota Whole lotta love brano che era teatro di grandi scorribande nei concerti dal vivo e che in questa versione esce fuori il talento di questo interessante lavoro.

In questa fatica discografica vengono prese in considerazione anche non tropo conosciute come ad esempio The ocean presente originariamente nel disco Houses of the Holy , uno dei dischi meno capiti dalla critica e dal pubblico ma fa parte sempre di discorso cult.

Più avanti poi troviamo il pezzo forte il blues per antonomasia dei Led Zeppelin ossia Since I’ve Been lovin you ,e le ragazze anche in questo non si trovano particolarmente in soggezione anzi superano a pieni voti la prova, essendo un banco di ardua esecuzione vocale ,ma che in questa versione è davvero straordinaria, ed incerti frangenti davvero emozionante da ascoltare  a volta sembra di ascoltare Janis joplin .

 In conclusione a questo ottimo tributo non poteva mancare uno dei grandi classici del dirigibile parliamo della mitica Kashmir di cui ricordiamo una versione (non particolarmente brillante per altro ) registrata da jimmy page per il film Godzilla realizzandone una versione rappata.

Qui invece siamo su livelli altissimi e ci fa veramente venire voglia di chiedersi, ma perchè  i Led Zeppelin non fanno un disco nuovo ?

Stefano Bonelli 

     

01.Whole Lotta Love    

02.The Ocean    

03.On the Rocks    

04.Since I've Been Loving You    

05.Rock and Roll    

06.Winter Sun   

07.Communication Breakdown    

08.Kashmir    

 

Sarah Mclellan - vocals

Steph Paynes -  guitars & theremin

Lisa Brigantino - bass, keyboards & mandolin

 

Helen Destroy - drums & percussion

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione