Il Balletto di Bronzo

                                                               Live in Rome

                                                               Vostok film /Black Widow

                                                              www.blackwidow.it

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco finalmente il DVD de Il Balletto di Bronzo. Era il 1972 ed “Ys” quell’lp che ha scolpito nel tempo la band nel gotha italiano del rock progressivo (all’epoca si parlava però di pop music) e da allora nessun documento di un concerto integrale del gruppo si è conservato (contrariamente a tutta la spazzatura degli arichivi RAI). Ed ecco che solo ora con una line up (si spera) stabile il gruppo capitanato dall’istrionico Gianni Leone sforna immagini che molti desideravano da tempo, sebbene ora il Balletto si stia esibendo davanti alle platee di mezzo mondo, in primis quella messicana e giapponese, nazioni che apprezzano moltissimo la musica del combo italiano.

Ben confezionato in tutto e per tutto e con una premessa del nostro prezioso collaboratore Gianmaria Consiglio, il dischetto in questione propone in primis la celebre suite “Ys” in versione “short” (con suoni modernissimi che non fanno rimpiangere l’originale anzi), brani del repertorio solista di Leone nelle vesti di LeoNero e le chicche di alcuni inediti mai pubblicati né su lp, né su cd quali “Napoli Sotterranea” che si rifà alla tradizione melodica partenopea, “Deliquio Viola” dal gusto neanche troppo velatamente dark –wave , le esistenzialiste sentimentali “Certezze fragili” e “L’Emofago”.

Leone è in forma eccellente e la sua performance è assolutamente fresca così come le sue composizioni che non risentono del tempo passato, anzi sono la perfetta prova di quanto la musica di qualità quando è tale, resista a tempi e mode non facendo risultare operazioni di questo tipo non una nostalgica mercificazione per “matusa” di brani polverosi, ma la prova lampante di quanto certa musica dia ancora segno di sé e talvolta sbaragli le nuove proposte, che tali talvolta non sono.

Il trio Ramundo (Adolfo, alla batteria) e Capozi  (Marco, al basso) con Leone si presenta forte e convincente come non mai in una performance coinvolgente a 360° gradi , dove Leone non si “limita” a suonare le tastiere ed a cantare , ma mette in scena il suo spirito artistico globale, ora con i costumi che indossa (sue creazioni), ora con idee di pop art quale la pergamena con simboli che nel lontano ’83 fu portata in scena durante le esibizioni sotto il monicker di LeoNero, ora con la maschera di sua geniale creazione che è raffigurata sulla copertina del DVD.

Il disco è poi condito ulteriormente da ulteriori chicche, quali versioni strumentali di vari brani composti da Leone e brani mai suonati dal vivo in Italia, momento questo che può essere scovato tra i vari “extras” che rendono ulteriormente appetitoso il lavoro in questione.

Per chi poi voglia farsi una scorpacciata di immagini vintage della carriera di Leone e del Balletto non manca una galleria di slide di foto d’epoca , di manifesti, articoli ritagliati da giornali italiani e stranieri (messicani e giapponesi) e pass per le aree del palco durante le tourneè.

Che altro dire? Complimenti al Balletto che ha finalmente dato alla luce questo video ( con la speranza di vedere prossimamente un cd con nuovi brani inediti) ed alla Black Widow che ha fiutato bene nel mettere in commercio un prodotto che farà la felicità degli “amantes” del Balletto.

Giovanni Turco

01.Deliquio Viola

02.Tastiere Isteriche

03.Napoli Sotterranea

04.Certezze Fragili

05.Donna Vittoria

06.Ys Introduzione

07.Ys Primo Incontro

08.Ys Secondo Incontro

09.Ys Terzo Incontro – Epilogo

10.Né Ieri Né Domani

11.L’Emofago

12.Il Castello

 

Gianni Leone - Tastiere &Voce.

Marco Capozi - Basso

Adolfo Ramundo – Batteria

 

 

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione