N.A.N.O.

                                                                                                   Bionda & Disperata

                                                                                                   Fiabamusic/Dischi Soviet Studio

                                                                                                   www.facebook.com/nanopuntato 

 

 

Esce dopo circa otto anni il nuovo lavoro di N.A.N.O.che da seguito al disco precedente  chiamato “I racconti dell’amore malvagio”, il progetto dei NANO è stato creato da Manuele Lapiana per creare della musica diversa , anche perché pur essendo vero che lui è un cantautore, concepisce la sua musica in modo moderno ed attuale non foss’altro per l’uso quasi esasperato di un elettronica non fine a stessa che auto indulge cioè , ma che in fin dei conti viene messa a servizio della canzone stessa .

I N.A.N.O. tradiscono influenze verso i Pet Shop Boys per quanto riguarda  le aperture armoniche dei loro pezzi, ed i Pink Floyd  per alcune spruzzate psichedeliche che si notano qua e la (Cambiostagione  per la chitarra melliflua di Marco Gardini e non solo ).Il tutto poi mi suona come una sorta di ideale connubio tra Battiato Alberto Camerini (si ascolti ad esempio Moravia) ed i Pet Shop Boys (Quelli di Go west) la voce di Emanuele come timbrica ricorda moltissimo quella di  Neil Tennant.

Per quanto riguarda un aspetto meramente tecnico, gli effetti che si sentono in tutto l’arco del cd, sono stati realizzati usando una tecnologia chiamata Field Recording evidentemente molto cara agli stessi Pink Floyd.Nella canzone“Michele ” ad un certo punto del pezzo si sente un coretto che mi ricorda parecchio School of Rock, ed in fondo pur  trattandosi di musica italiana  NANO è sicuramente influenzata dal rock al quale hanno dato lettura  moderna e se vogliamo avverinistica azzardo un paragone che potrebbe calzare con i kraftwerk per lo stesso concepimento di un elettronica  al servizio della melodia ma nel caso dei tedeschi la melodia  non ha una stesura così apertura ampia (affidanodsi a frasi corte  che seguano la ritmica) come nel caso dei N.A.N.O .

Per la realizzazione del disco inoltre è stato chiesto aiuto al Crowdfunding e bisogna dire che non è la prima volta  che sento questo particolare,e sempre più artisti si affidano  a questa campagna con alterni risultati ma non in questo caso visto il successo ottenuto.e la cosa che trovo azzeccata  Manuele La Piana ringrazia personalmente i founders realizzando una sorta di canzone nella cita ad uno ad uno tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione.

Per la copertina  di “Bionda e Disperata”i NANO si sono avvalsi dell’aiuto di un illustratore sud coreano  Gyo Boum An che hanno scelto in quanto ne rappresenta pienamente il mood .

In conclusione  “Bionda e Disperata” è un disco che vi saprà sorprendere dovete solo predisporvi nel modo giusto all’ascolto .

 

Stefano Bonelli  

 

01.  Bedford

02.  Ma

03.  Cop

04.  Spartiacque

05.  Cambiostagione Feat. Tbsod

06.  Qnd

07.  Giga

08.  Catema

09.  Michele

10.  Moravia

11.  Speciale

12.  Credits B.E.D.

13.  Quandolam

 

Riccardo Miori  - chitarre acustiche, mandolino e mandola

Sara Picone -  voce femminile su QND

Michele Bazzanella -  basso su michele

Christian Stanchina  tromba e flicorno su michele

Davide Dalpiaz  synth, piano, tasti vari

Marco Gardini - chitarra elettrica su michele e banjo su spartiacque

Stefano Pisetta - batteria su michele e speciale

Pierpaolo Ranieri - basso su qnd

Tommaso Lapiana - rappata su ma

Granfranco Baffato - voci su ma, batteria su bedford

Noireve - elettronica organica e meraviglie varie su Speciale e Bedford

Fabio de Pretis - backing vocals su COP

Red - chitarra su COP

Alice Righi -  voce su Speciale

Tomas Pincigher - chitarre su Bedford, COP e Quandolam

Bastard Sons of Dioniso - Cambiostagione

Dennis Pisetta - percussioni su giga

 

 

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione