BrotherK Degeneration Beat

                                                                                  A Tribute To Kerouac

                                                                                  Cromo Music

                                                                                  www.facebook.com/boris.savoldelli

 

 

“Degeneration Beat” dei Brother k, è un tributo alla cultura beat di Kerouac considerato uno dei maggiori e più importanti scrittori statunitensi del XX secolo, nonché "padre del movimento beat" in questo disco si ripercorre musicalmente gli scritti kerouchiani in ambientazioni jazzistiche  standard ma arrangiate in modo attuale e moderno. Il lavoro suona  molto bene e produzione  ci permette di godere appieno della  musica in tutte le sua sfaccettature qualcosa a mio avviso è stato fatto a livello tecnico per quanto riguarda l’aggiunta di overdubs forse per avere un maggiore senso di profondità durante l’ascolto ma tuttavia ciò non infastidisce minimamente perché anzi il risultato è comunque positivo.

A Parte  questi particolari nel dischetto si respira unaria  di libertà espressiva, che si traduce in improvvisazione che come sappiamo una parte  importante sia nei concerti sia nelle registrazioni.In questo senso  vi cito il brano” Subterraneans pt1” una novella di cui l’autore è lo stesso Kerouack.Il modo di scrivere  nel senso di stesura letteraria,ricorda molto il songwriting jazzistico e questo  fatto ha influenzato molti artisti americani e  non solo  i Manhattan Tranfers  ad esempio hanno nel loro modo di scrivere ed eseguire i loro brani come se i fraseggi suonino simili a degli assoli sia di strumenti a fiato  che di chitarra o di basso. Boris Savoldelli si può considerare una sorta di porta bandiera  di questo stile  particolare in Italia  e non solo .Ascoltate ad esempio di ciò “Disarmonia” Boris  poi è uno sperimentatore della vocalità ed il suo mood principale e quello di sfruttare al massimo i loop con i quali si diverte  a sovrapporre varie tonalità  in modo di creare una base per improvvisare per cantare.

L’ascolto del disco ve lo dico subito è molto impegnativo soprattutto per chi non è abituato a  certe sonorità come detto pocanzi il disco si muove  in ambientazioni jazzistiche a volte sperimentali che però essendo concepite modernamente, risultano essere non particolarmente ostiche  come ad esempio “Disarmonia” introdotta da un bel basso portante, dove la voce di Savoldelli la fa padrone ed il timbro molto impostato  ricercato e cristallino si fa ascoltare con grande piacere.  C’è  anche spazio per l’ironia ”ll mio cane non si muove quando prego“ne è un esempio e nel finale le voci diventano spiritosamente liriche

.“IO” è uno dei brani particolari dove Boris fa sfoggio dei loop di cui è maestro riuscendo a creare un proprio stile .Diciamo che in questo senso la sperimentazione nella modernità è il quid di questo tributo a kerouack la liricità nel senso stretto del termine esprime la propria libertà espressiva nell’improvvisazione,toccando diversi generi “Maladea” per esempio non ha nulla da invidiare ai brani dei migliori rapper in circolazione ma viene usato come livello di sperimentazione dei loop diventando per niente banale.

Se avete abbastanza coraggio di sperimentare nuovi ascolti che possano stravolgere il vostro modo di ascoltare musica questo è il disco giusto fidatevi .

 

Stefano Bonelli   

 

01.  Book Maker's Story, Pt. 1

02.  Sotterranea I, Pt. 1

03.  Sotterranea II, Pt. 1

04.  Subterraneans, Pt. 1

05.  Disarmonia, Pt. 1

06.  Sulla strada, Pt. 1

07.  ll mio cane non si muove quando prego, Pt. 1

08.  Io, Pt. 1

09.  Maladea, Pt. 1

10.  Brain Strike, Pt. 1

11.  Punto di luce, Pt. 1

12.  Qui dentro I, Pt. 1

13.  Qui dentro II, Pt. 1

14.  Gennaio 1971, Pt. 1 

Alessandro Ducoli (voce in maladea, reading in sotterranea II e punto di luce),

Andrea Bellicini (voce in maladea, chitarre noise in sotterranea II, disarmonia, maladea e brain strike)

Andrei Kutov (pianoforte, synth, programmazioni e arrangiamenti)

Federico Troncatti (compositore sperimentale)

Boris Savoldelli (voci ed effetti vocali).

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione