La soundsrock Agency per l'ennesima volta ha organizzato una serata da non perdere ,Mark Boals  suonerà per intero il capolavoro di Malmsteen Trilogy e noi di Tempi Duri cerchiamo di raccontarvi come è stato.Arriviamo al Let it Beer per gustarci la serata e con favorevole piacere notiamo che è presente il pubblico delle grandi occasioni,il locale è quasi pieno e si percepisce nell'aria una sorta di curiosità ed eccitazione per lo spettacolo che verrà.La band che accompagnerà Mark Boals nel rifacimento di Trilogy per intero vede :

Emiliano Tessitore alla chitarra,Roberto Fasciani al basso,Francesco Finori alle tastiere e Titta Tani alla batteria.Si spengono le luci e sul riff di "Rising Force" la  band parte spedita a pieni giri vogliosa di far capire da subito a tutti i presenti che non faranno rimpiangere le registrazioni originali,l'ugola di Mark Boals sembra non avere risentito degli anni on the road e spicca imperiosa e divina tra il muro di suono della band.Il pubblico canta a squarciagola quasi tutto il brano e giunto alla fine dell'esecuzione esplode in un caloroso applauso.

Nelle mie più rosee aspettative non pensavo di trovare una band nel suo complesso così in forma,nemmeno il tempo di respirare che dopo pochi minuti arriva "you don't remember i'll never forget" ed a quel punto è il sottoscritto che non risponde più delle proprie capacità e comincia a saltare come un folle tra la gente cantando come un forsennato:-)

Questo disco l'ho ascoltato decine e decine di volte ma con mio stupore questa sera ho riscoperto dei lati che avevo dimenticato oppure semplicemente sottovalutato,Nemmeno il tempo di riprendermi e in scaletta mi sparano una doppietta di capolavori come "Liar" e "Queen in Love" ed io perdo letteralmente il senno.Il concerto prosegue con gemme di rara bellezza come "Magic Mirror" e "Dark Ages" fino al momento di "Trilogy suite Op.5" e il grandissimo Emiliano Tessitore alla chitarra offre un interpretazione di Malmsteen veramente eccellente,anche se devo dire che tutta la band al completo è veramente una macchina perfetta.

Segue la bellissima "Holy Diver" con struggente dedica al compianto Ronnie James Dio seguita dalla sabbattiana "War Pigs" che fà ballare tutto il locale all'unisono.Conclude il concerto la bellissima "I'll see the light tonight" lasciandoci tra le labbra e la mente un sapore agrodolce per i bellissimi tempi andati e il fatto di aver assistito ad una serata davvero di qualità. 

Lubranomic

 

Setlist

 

01.  Rising Force

02.  I am a Viking

03.  Black Star

04.  You don't remember i'll never forget

05.  Liar

06.  Queen in Love

07.  Crying

08.  Fury

09.  Fire

10.  Magic Mirror

11.  Dark Ages

12.  Trilogy suite Op 5

13.  Holy Diver (Dio)

14.  War Pigs (Black Sabbath)

15.  I'll see the Light tonight

 

Mark Boals band are: 

Mark Boals - voice

Titta Tani - drums

Emiliano Tessitore - guitar

Francesco Finori -keyboards

Roberto Fasciani - bass 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione