Luca Bonaffini

                                                                                                 Il Cavaliere degli Asini Volanti

                                                                                                 Long Digital Playing Srls

                                                                                                 www.facebook.com/luca.bonaffini

 

 

Luca Bonaffini cantautore  di lungo corso proveniente dalle lande mantovane arriva a pubblicare il suo tredicesimo album intitolato “IL cavaliere degli Asini” Scritto a quattro mani con Roberto Padovan.Già dal titolo il nostro musicista ci fa capire  cosa dobbiamo aspettarci dal suo disco, soprattutto per il fatto che l’artista con un titolo come questo, si pone alla nostra attenzione come una sorta di protettore dei sogni, perché chi crede ancora agli asini che volano sta sempre col  naso all’insù per vederli , lo spera  ma sa in cuor suo sa che ciò non avverrà mai in realtà .

Ed allora ecco l’esigenza di porsi innanzi a noi come una sorta di paladino o per meglio dire come una sorta di Don Chisciotte  ovvero colui che si batte contro i mulini a vento.Ma si sa umanamente abbiamo tutti bisogno di sognare ed ecco che il disco in questione ci viene in aiuto . Il  lavoro in questione può  essere considerato un concept ma non senso stretto del termine , in quanto non viene raccontata solo una storia  ma tutte le sette tracce raccontano tutte storie  diverse . Apre le danze  “La radice”  classico brano cantautorale, musicalmente emozionale dove con la musica si accompagnano perfettamente le parole che a tratti sono anche durissime che diventano una sorta di accusa ad un Dio che sembri non esistere .

Le immagini che si colgono dal disco sono tutte molto forti e sono la parte fondante delle parole di Luca Bonaffini in una sorta di colori immaginifici che sono poi quelli che ci fanno sognare.A parte l’aria che si respira  musicalmente che come detto pocanzi molto deve alla tradizione del cantautorato, si sente  anche una certa  influenza del rock progressivo di stampo italico con PFM e Banco del mutuo Soccorso in primis .ed è questo uno die particolari che mi fanno piacere il disco .

Altro brano interessante  è “La città delle fiere danzanti” soprattutto per degli Inserti andalusi che rendono intrigante l’ascolto ed è forse il brano più immaginifico dl “Il cavaliere….”mentre la seguente chissà perché la voce che si sente all’inizio mi ricorda  la atmosfere  da “Signore Degli anelli”e comunque ci troviamo di fronte a qualcosa di particolare.La quinta traccia invece lo potremmo considerare come un ossimoro perché infatti un sussurro gigante potrebbe essere benissimo un urlo piccolo un brano da ascoltare  attentamente anche  per i suoi arrangiamenti orchestrali .

Musicalmente “Il cavaliere degli asini volanti” è un disco assai equilibrato sia nei suoni per via dell’ottima produzione, ma  per merito della scaletta sapientemente costruita in modo da far fare all’ascoltatore un viaggio vero e proprio tra le varie atmosfere che rendono piacevole l’ascolto ed anche quando dinamicamente la musica si muove un po di più come nel caso de “ LA montagna  del bacio gigante “ e “Di mare di terra di fuoco e di cielo “il tutto non è mai troppo forte o passatemi il termine “chiassoso” rientra tutto perfettamente nel quid del disco.

La voce Di Luca Bonaffini che da artista navigato qualì’è, dosa sapientemente la voce dandole più potenza dove serve  ed ovviamente  anche  un poi  dolcezza, Luca non ha un estensione vocale particolare  ma riesce con l’interpretazione a sopperire a questa mancanza tutto ciò volge a suo favore per merito di un timbro pulito e cristallino che ben si amalgama con tutto il resto .

In conclusione è un disco questo fatto col cuore  che si farà apprezzare da tutti di questo sono sicuro . 

Stefano Bonelli 

 

01.  La radice

02.  Impulsi verticali

03.  La città delle fiere danzanti

04.  Il frutice e la grande fionda

05.  Il pianeta dei sussurri giganti

06.  Di mare, di terra, di fuoco, di cielo

07.  La montagna del bacio gigante

 

Luca Bonaffini e Roberto Padovan suonano tutti gli strumenti

La voce è di Luca Bonaffini   

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione