Neurotics

                                                                                                            Reptilia

                                                                                                            Autoprodotto

                                                                                                           www.facebook.com/Neurotics-237209748712 

 

 

 

Hanno poco più di vent'anni questi ragazzi ed hanno saputo dare vita ad una band dalle belle speranze. Le loro influenze sono fin da subito chiare: Dream Theater  e Symphony X in primis.Il loro prog metal però si farcisce di idee succulente, come gli inserti di elettronica in “Eyeliner”,cosa che conferisce originalità al brano. Il cantante, Robo, già nelle fila dei Centurion,  non è come forse già saprete, la solita voce acuta , ma più vicino ad un Russell Allen, facendo guadagnare un punto a mio modesto avviso. E' presente pure una ballad, “Prayer”, brano anche questo ben strutturato ed interpretato, equilibrato nel suo alternarsi tra schitarrate elettriche ed arpeggi acustici il tutto sorretto dai tappeti delle keys di Botticelli e dalla sezione ritmica bella precisa di Rollo. Con “Reptilia” si torna su toni più hard con tutta la band che ingrana la quinta su tutti i fronti. Gran bella title track con tutti i canoni del prog metal più aggressivo: doppia cassa, chitarre sugli scudi, sezione ritmica precisa come un rasoio e tastiere in soli da paura.

Altro brano bello tosto è “Tears of Minerva” all'apparenza semplice ma pieno di cambi di tempo che ad un ascolto non attento possono sfuggire, il che fa capire la maestria nell'eseguire brani dalla partitura non proprio semplice con una naturalezza disarmante. “The Heartless World” è attualissimo nelle tematiche e si caratterizza dall'alternanza del cantato ora pulito, ora growl. Qui l'influenza (fortunatamente) dei Symphony x è più netta. Qui partecipa pure la potente ugola di Flavia La Pasta. Andate poi a sentire il solo di Castelli alla chitarra al fulmicotone di questo brano supportato dalla doppia cassa, rimarrete sbalorditi. Comunque di questa band sentirete parlare, dato che un loro clip (“Tears of Minerva”) gira già su Rock TV. 

Giovanni Turco 

 

01.  Eyeliner

02.  Tears of Minerva

03.  Reptilia

04.  Prayer

05.  The Heartless World

 

Robo - vocals

Riccardo “Kosmos” Castelli - guitars

Edoardo “Edge” Lupacchini - bass

Enrico Botticelli - Keys, piano, Synth

Luca Rollo - drums 

Guest:

Flavia Pasta - vocals on “The Heartless World” 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione