Altro grandissimo appuntamento al Let it Beer dove arriva dopo tantissimo tempo un grandissimo virtuoso della chitarra...sua Maestà Vinnie Moore e assieme al talentuoso guitar-hero due ottime band come i Bad As e i Romani HoneyBombs.L'appuntamento è davvero golosissimo e finalmente riuscirò a farmi firmare anche due grandissimi vinile come "Mind's eye" e "Time Odyssey".Arrivo al locale con un pò di ritardo visto il grande temporale che ha colpito Roma e purtoppo riesco ad ascoltare solo un paio di brani dei Bad As ma dal poco che ho ascoltato devo dire che è stato un grande peccato,la band tiene il palco con assoluta tenacia e disinvoltura e le armonie sono veramente bellissime.Arriva il momento di HoneyBombs  e il quintetto capitolino sale sul palco con un misto di tenacia,goliardia e ironia,propongono un Trash Metal moderno senza troppi fronzoli inquinato a tratti da spunti prog-power.Il set della band romana è abbastanza tirato e offre alcuni spunti interessanti ma penso abbiano bisogno ancora di qualche live per rodare bene il motore e poter esprimere al meglio le proprie potenzialità,comunque nel complesso offrono una setlist sicuramente soddisfacente.

Arriva il momento dellospite d'onore della serata e tra le luci e la cortina di fumo del Let it Beer arriva Vinnie Moore accompagnato da un boato da stadio.Il locale è pieno stracolmo di gente che non vede l'ora di vedere all'opera il ricciolone chitarrista americano.Nemmeno il tempo di salire sul palco,attacca il jack all'amplificatore e capitan Vinnie parte a manetta con il primo brano in scaletta  "spettinando letteralmente " tutti i presenti in sala con il suo sali-scendi di note e vibrati da spaccare il cuore in due.

Appena partono le note di "Rain" il pubblico esplode in un boato da stadio e accompagna la band dall'inizio alla fine con battiti di mani e urla di piacare.La band di Vinnie Moore vede Marco Polizzi al basso,Emiliano Tessitore alla chitarra ritmica e Roberto Pirami alla batteria, a mio parere questa formazione è davvero uno schiacciasassi che asfaltata tutti e tutto,una vera macchina perfetta.Seguono in scaletta grandi composizioni come "In Control" e "Morning Star" ma è tra le note della cover "While my guitar gently weeps" che la classe del nostro Guitar-Hero avvolge e travolge tutti i presenti,il suo vibrato è assolutamente incantevole ed emoziona a ripetizione.Chiude la setlist "Meltdown" con un finale da brividi e il pubblico ricambia con un applauso durato almeno 10 minuti.Complimenti ancora una volta a tutto lo staff del Let It Beer e all'agenzia SoundsRock che come al solito non sbaglia un colpo.

LUBRANOMIC

 

01.  Daydream

02.  With The Flow

03.  The Maze

04.  Rain

05.  Check It Out!

06.  In Control

07.  Time Traveller

08.  Ridin’ High

09.  Midnight Rain

10.  Morning Star

Encore:

01.  While My Guitar Gently Weeps (George Harrison cover)

02.  Meltdown

VINNIE MOORE line up:

Vinnie Moore – guitar

Emiliano Tessitore – guitar

Marco Polizzi – bass

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione