Shiva Hypothesis

                                                                                                  Ouroboros Stirs

                                                                                                  Wormholedeath

                                                                                                  www.theshivahypothesis.com

 

 

Olanda BlackMetal spruzzata di sanguigni colori Death con l’ennesima band estrema, in questo caso al primo full-lenght di una banda attiva dal 2012, ma che ha registrato qualcosa solo nel 2015 (un demo). Non si improvvisano inventori di un genere, ma comunque risaltano nel panorama generale quali ottimi interpreti di un sound noto ma che ancora permette di essere utilizzato in modo da prestarvi una certa personalità. Questo esordio appare già frutto maturo, segno che sei anni di esperienza non sono passati invano. 

“ANANDA TANDAVA” riempie il songwriting di digressioni, senza accettare alcunché di statico, in un eclettismo comunque fluido; pezzo pregnate. Il ritmo doom di “PRAEDORMITIUM” crea una delle song migliori, piena di dolore e tensione dark. Fa una strana sensazione trovare un pianoforte sopra una chitarra ritmica acustica in mezzo al disco;  si tratta della strumentale “Build Your Cities on the Slopes of Mount Vesuvius” che è ombrosa e sa donare una appropriato spirito gotico. L’attacco virulento di “CARRYING OFF THE EFFIGY” incendia l’ascolto vibrando con  decisa irruenza ma c’è dentro a sorpresa una assolo chitarristico melodico che stranamente non stona.

L’unico pezzo piuttosto canonico è “Maze of delusion”; anche se non è una traccia brutta, però è minore, in quanto diluirla con un intermezzo rarefatto che la fa diventare suite di oltre otto minuti non ne migliora di molto la qualità. La chitarra ritmica acustica piace a questi musicisti che la riutilizzano per l’ultima traccia “WITH SPIRITS ADRIFT”, dall’atteggiamento melodico teatrale, in cui l’ugola si distacca dalla sonorità degli altri pezzi, cantando pulito ma a tonalità bassa ed evocativa con un carisma sacerdotale pieno di senso rituale, utilizzando; si tratta di gusto estetico e trasporto emotivo parallelamente sentito, e fortemente elegante. 

Registrazione di qualità. Dal punto di vista artistico il suono è oscuro e demoniaco, molto tetro (non in tutti i casi), però dinamicissimo. Le strutture sono variegate e piene di picchi emozionali, ma mai indulgenti, cioè mantenendo un tono aggressivo che appunto sottolinea la tendenza Death. I testi esoterici e misterici possono legarsi bene con l’atmosfera che non cede ad aperture luminose. Riescono ad essere moderni e tecnici sebbene si respiri una certa tradizione. Un album ben congegnato e così sufficientemente ispirato da riuscire a regalare atmosfere riccamente vestite.

La violenza vocale è senza dubbio un punto a favore di questo combo rabbioso, grazie sia al suono netto e ruggente,  a volte growl ma più spesso Scream, ma anche al modo con cui si inserisce fra i riff e l’incedere sonoro, mai piatto, così da non apparire mai come mero rumore senza soluzione di continuità come fanno certe band minori. Altre volte è un cantato gutturale, né Growl né in screaming, utilizzato spesso. Non siamo di fronte a gente che si accontenta di sbraitare o di assemblare riff su riff, c’è un pensiero artistico ben definito dietro questo lavoro. Si tratta di una opera riuscita a dovere, senza compromessi e senza rincorrere altrui fantasie. Uno di quei sentieri percorsi con affascinante capacità e valore.

 

Roberto Sky Latini

 

01.  Enkindling

02.  Ananda Tandava

03.  Caduceus

04.  Praedormitium

05.  Build Your Cities on the Slopes of Mount Vesuvius

06.  Maze of Delusion

07.  Carrying off the Effigy

08.  With Spirits Adrift

 

MvS – vocals

JB – electric & accoustic guitars, additional vocals (track 4)

ML – bass, keys, electric & accoustic lead guitar (track 5 & 8), additional vocals (track 3 to 7)

BN – drums & percussion, additional vocals (track 6)

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione