Officina Fratelli Serravalle

                                                                                                              “Us frais cros fris secs”

                                                                                                              Zeit Interference

                                                                                                              www.facebook.com/alessandro.seravalle

 

 

 

Nello scrivere la recensione di questo cd è necessario fare una doverosa premessa.Chi non conoscesse il cognome Serravalle, sappia che appartiene al chitarrista elettrico (Alessandro), nonché cantante dei Garden Wall, band di un coraggioso rock progressivo, formatasi nel 1987, che diede alle stampe il loro primo lavoro nel 1993, “Principium” ed il loro ultimo ed ottavo album nel 2011, “Assurdo”.Per chi invece conoscesse i lavori di tale band, sappia che questo famigerato duo, composto dai fratelli Serravalle (Alessandro e Gianpietro) ha dato vita a qualcosa che si sposta ulteriormente “oltre” la proposta ed il linguaggio musicale proposto con i lavori dei Garden Wall e che sicuramente incontrerà la simpatia ed il consenso a chi è avvezzo a certe sperimentazioni. 

In un certo qual modo inquietante e curioso già dalla cover, questo dischetto è colmo di influenze più varie, da Cage alla musica elettronica, dalla new age al chill out, il tutto miscelato con un ardire che non è da tutti. Non oso immaginare le fasi di questa gestazione quanto siano state intriganti...Il progetto si snoda in nove tracce, tutte strumentali , per una durata complessiva di circa 54 minuti nelle quali i nostri travalicano il concetto di musica e lo spostano verso confini sconosciuti, smembrando preconcetti, tabù verso generi di nicchia, talvolta rasentando paranoie stilistiche ma sempre in modo geniale e poco convenzionale. In ogni brano , della durata media di 6 minuti, si apprezzano sfumature sempre più delineantesi ad ogni ascolto, che fanno intuire il lungo percorso gestazionale e di sperimentazione fino al raggiungimento del risultato finale che possiamo definire senza ombra di dubbio più che soddisfacente.

 La geniale follia la riesce a percepire già dal titolo, “Us frais cros fris secs”, che in friulano è uno sciolingua tradizionale, “Uova marce rane fritte fichi secchi”, che non compare neppure nella front cover (disegnata dal padre di questi due simpatici pazzerelloni che mi sa dal padre hanno ereditato questa capacità creativa fuori dall'ordinario), la qual cosa desta nell'avventore che si dovesse trovar di fronte questo prodotto una smisurata curiosità nell'ascoltarlo.

Che dire? Un eccellente esordio per questo folle duetto destinato alle menti ed ai timpani dei più coraggiosi e desiderosi di novità.

Giovanni Turco

 

01.  Atrofia del verbo

02.  “Models of style: curse, telegram and epitaph”. (E. Cioran)

03.  2. Que viene el coco 

Inspired by the famous 1799 etching by Francisco de Goya. Watch out dudes…here comes the bogey-man!

04.  3. Buran 

in praise of the chill wind coming from north-east. 

05.  4. Brevi apparizioni
like little ghosts emerging from the river soon to be absorbed by the waters again.

06.  5. GW150914 6.15
On September 14th 2015, at 9.50.45 (Greenwich time) a gravitational wave emanated by the merger of two

07.  black holes of around 29 and 36 solar masses was detected by the Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory. The existence of gravitational waves (some kind of ripples in spacetime), proposed by Albert Einstein a century ago, was proved.

08.  6. In memoriam: il Gabo del Plalanet
Weird and ashy object of our teens we salute you!
09.  7. Padiglione 6 

…at Udine’s hospital…surveiller et punir…histoire de la folie…naissance de la clinique…the product is you!

10.  8. N-a fost să fie
A paradigmatic expression in romanian language capturing the fatalistic weltanschauung of that people…and ours.
9. Je fais semblant d’être ici 5.44
One of those Emil Cioran’s ultimate sentences gathering an entire world.
 

 

Alessandro Serravalle - guitars, fx pedals, electric piano, organ-guitar, objects.

Gianpietro Serravalle - digital grooves, fake drums, piano, electric piano, synths, synth bass lines, organ, frequency generator.

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione