Boxes

                                                                                                            Swinging is nothing

                                                                                                            (R)esisto

                                                                                                            www.boxesband.wordpress.com

 

 

Finalmente dopo varie peripezie personali che mi hanno costretto a recensire questo lavoro mi accingo volentieri a scrive le classiche quattro righe che letteralmente speriamo non siano tali.I Boxes toscani delle lande empolesi sono musicisti giovani ed intraprendenti , che arrivano a pubblicare il loro nuovo lavoro “Swinging is nothing” dopo circa un paio d’anni dal precedente disco (che non ho avuto il piacere di ascoltare)ma questa  affidano  le loro fortune ad un sei tracce  trattasi quindi di un classicissimo EP.La scelta visto la distanza temporale dei due lavori, è opinabile in quanto ci sarebbe stato tutto il tempo per comporre canzoni che formassero un intero lavoro se vogliamo fatto di 10 canzoni più che sufficienti per definire full lenght la propria creazione ma tant’è che quello che abbiamo per la mani è un lavoro che si compone di sei tracce  realizzato con il giusto piglio professionale ,che ci permette di apprezzare la musica  dei Boxes nel modo migliore .

La musica che propone il quartetto toscano è un miscuglio fatto di una spruzzata di grunge una buona dose di funk ed abbondante  pop melodico, il tutto suonato con buona tecnica e capacità interpretativa.I Boxes per come suonano e per come hanno  prodotto il disco ,  ci fanno tornare  indietro nel tempo, collocandosi negli anni settanta e la musica  dei toscani ci fa assaporare quel periodo  in cui il funk era predominato dai suoni elettrici con la ritmica della chitarra in prima linea, ed proprio così che dobbiamo intendere i sei brani che fanno parte di Swinging…anche se qui anche il basso ha la sua preponderanza. Vocalmente il cantante Paolo Brandini pur possedendo una buona intonazione non riesce a farmi emozionare più di tanto e la sua interpretazione a volte cade nello scolastico e il suo timbro non da il giusto calore alla sua voce.

Inoltre anche la batteria fa la sua figura essendo Francesco Corsi un batterista duttile quadrato e dannatamente preciso.  La scaletta del disco sapientemente calibrata ci permette  di arrivare alla  fine avendo una sua varietà di emozioni ed il rock dell’opener di “I’m just looking at” si alterna con le ballad “Lara” e “Graffiti” mentre la chiusura  affidata a ”All is Still”ci consegno un lavoro assolutamente degno di nota .forse attualmente i boxes sono fuori dal mercato odierno nel senso più lato del termine , essendo la loro musica  “antica”però questo a mio avviso non è disdicevole  anzi .

 

Stefano Bonelli   

 

01.I’m Just looking at

02.Lara

03.Graffiti

04.Swinging is nothing

05.Amillion Thoughts

06. All is still

 

Paolo Brandani – vocals

Francesco Pucci –guitar

Mirko Catalano – bass

Francesco Corsi - drums

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione