Scars of Solitude

                                                                                           Deformation

                                                                                          Inverse Records

                                                                                          www.facebook.com/ScarsofSolitudeFI

 

 

Il primo dicembre 2017 è uscito  il nuovo album della band Finlandese Scars of Solitude, edito dalla Inverse Records, l’album si chiama “ Deformation”. Esso si compone di otto tracks  melodic metal. Il quintetto è formato da Mikko Ruuska alla voce, Tuomo Laulainen  con la sua lead guitar, Antti Kettunen con la rhythm guitar, Lassi Pollari al basso ed infine Niki Kuivakangas  alla batteria. L’album si apre con uno dei miei pezzi preferiti, ovvero“ I remain here” (track n. 1), il cui sound  è sensuale, cupo ed accattivante, il riff di chitarra, basso e batteria  è cavalcante ed infine la voce è suadente, profonda ed esprime sofferenza e solitudine Mikko esprime veramente doti vocali stupefacenti, contornate da dei back vocals perfetti ed al 1':50’ troviamo un assolo di chitarra breve ma intenso e poi riprende un cantato pulito “wow”.

Proseguiamo con la track n.2 “ Drown”, che si caratterizza per una potenza melodica strepitosa , il sound ed il ritmo sono psichedelici e dolci , la voce impressiva e dolcemente aggressiva e di un sexy graffiante, il basso cadenzato e cavalcante ed al 3’:09” troviamo un assolo  di chitarra eclettico e dirompente che ci coinvolge anima e corpo, insomma è un brano “spaccatutto”. “Enemy”  è la track n.3, essa si caratterizza per un drumming feroce, un riff di chitarra ossessivo, il basso è distruttivo ,la voce è profonda e presenta  un’alternanza vocale alti/bassi  perfettamente in connubio col sound e degli scream e growl “wow”. Siamo giunti alla metà dell’album con la track n.4 “ live to regret”. Essa  è di una potenza dilagante, il riff di chitarra è energico e cangiante batteria e basso sono molto ritmati , la voce è cupa e tenebrosa e la melodia ci trascina in un’ambientazione onirica e malinconica un’atmosfera struggente e potente allo stesso tempo, essa infatti ritrae benissimo il significato del titolo vivere per rimpiangere.

La track n.5 “fool” è l’emblema del metal crudo e puro perché presenta un sound e ritmo ossessivi e la voce cupissima con presenza di growl oscuri alternati ad un cantato pulito bellissimo ma oscuro, il drumming è devastante e potente il basso tonante e la chitarra si scatena ecletticamente in un assolo “wow” al 3’:20”. Siamo alla sesta song “ Emotional graveyard”, che presenta un sound e ritmo  funebri e psichedelici , batteria, basso e chitarra sono sussurrati e la voce imperiosa, trionfale e cangiante, energia allo stato puro. il drumming è in continuo crescendo e la chitarra colora sempre di più il ritmo e la melodia di questo meraviglioso brano, il basso è potente ed aggressivo, c’è un’alternanza cantato pulito/ growl e scream perfettamente equilibrata e coinvolgente.

Passiamo alla penultima track, la numero 7 “ dead love resurrection”, che  incarna la potenza più feroce del metal con un drumming impetuoso il riff di chitarra ossessivo ed un basso  incisivo e penetrante, la voce è varia ed eclettica , di un’energia infuocata. Giungiamo così all’analisi dell’ultima track di quest’album metal scandinavo, la track n8 “ the end of me”, questa è di una potenza ed energia ridondante ed ossessiva, esprime un senso di panico ed inquietudine data da un arpeggio di chitarra dolce e malinconico e la voce  che gioca di crescendo e minuendo d’intensità e potenza, la batteria è irrompente ed  il basso cavalcante. Un brano eccellente, che incarna perfettamente il melodic metal.  Per concludere  posso dire che  “Derfomation” dei  Scars of Solitude è un album veramente ben fatto e lo consiglierei a tutti gli amanti del metal Scandinavo.

                                                                                                                              DALYLAROCK 

La musica era il mio rifugio. Ho potuto strisciare nello spazio tra le note e dare la schiena alla solitudine.
(Maya Angelou)

 

01.  I remain here

02.  Drown

03.  Enemy

04.  Live to regret

05.  Fool

06.  Emotional graveyard

07.  Dead love resurrection

08.  The end of me

 

 

Mikko Ruuska - vocals
Tuomo Laulainen - lead guitar
Antti Kettunen - rhythm guitar
Lassi Pollari - bass 
Niki Kuivakangas - drums 
 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione