Thunder Godzilla

                                                                                        Thunder Godzilla

                                                                                        Andromeda Relix

                                                                                       www.facebook.com/Thunder-Godzilla 

 

 

Album d’esordio interessante e dal sound feroce e funesto  è quello dei Thunder Godzilla, che portano alla luce appunto il loro debut album “ Thunder Godzilla(edito da Andromeda Relix), composto da 11 potentissime tracks dal sound stoner metal. Questa ferocia, questa potenza sono perfettamente ritratti dalla copertina dell’album, contenente l’immagine del distruttivo e devastante   mostro Godzilla,  famoso mostro del cinema Giapponese, che è l'incarnazione della violenza e dell'odio per l'umanità, perché è stato creato dall'energia atomica. Ha portato questa rabbia dentro di lui a causa delle sue origini. È come un simbolo della complicità dell'umanità nella loro distruzione. Non ha un'emozione. Lui è un'emozione.  Il trio Thunder Godzilla, formato da Thunder Hiyuga(voce- basso),Thunder Espo (chitarra) e Thunder Jonny alla batteria. L’album si apre con “ Tokyo Avenger”, che inizia con dei rumori temporaleschi e sirene ed eliche, dopo questo intro rumoroso, contornato da urla, si scatenano la batteria, il basso e il chitarrone che coadiuvano la voce possente. Il riff di chitarra si presenta robusto ed energico, anche se devo dire che qui la voce è un po’ coperta dagli strumenti.

Ottima ouverture per quest’album, il brano “ Tokyo avenger”.  Proseguiamo con la track n. 2 “lie to me”, che inizia in maniera soft con un basso molto cadenzato che apre i sipari ad un sound “ spaccatutto”, dove la batteria e la chitarra esplodono in un riff ferocissimo che ci fa scatenare, qui la voce è imperiosa ed energica. Potente come un macigno per i nostri timpani e dai tratti doom, si presenta uno dei capolavori di quest’album, la track n. 3 “ Goliath”, il sound di questa track ci travolge completamente, la voce urlata è perfetta ed il basso “wow” scandisce in modo preciso la potenza di “ Goliath” ed anche chitarra e batteria  sono ritmicamente incandescenti e possenti. Una delle mie track preferite è la n. 4 “ fears” che inizia con una batteria molto ritmata ed un riff di chitarra immortale, la voce ed il basso sono travolgenti e sembra dare vita alle nostre paure. 

Un altro dei miei brani preferiti è il n.5 “ get away” che inizia con chitarra e basso molto ritmati e calmi, in un continuo crescendo  di potenza, il sound di questa track è pazzesco , molto ballabile (in senso buono, perché sembra di essere dentro un concerto rock a ballare), il riff di chitarra è “yeah”, insomma è un brano molto trascinante. La track n. 6 “ Psycho” si presenta  un po’ psichedelica ma potente, batteria e chitarra sono energici e la voce ci spazza via, poiché è imperiosa e tonante, accompagnata da dei backing vocals stupefacenti. Dopo due brani stupendi e “spaccatutto”, ovvero la track n. 7 “ Mammoth king” e la track n. 8” pressure”, ci addentriamo verso la conclusione dell’album. Un brano degno di nota è il n.9 “ Yoga fire”, che  presenta una chitarra distorta, una batteria ed un basso ferocissimi e coinvolgenti. Dopo la meravigliosa e devastante track n. 10” Black Hammer”, l’album si chiude con un grandioso remake stoner metal del brano Beatlesiano “day tripper”, personalizzato alla perfezione, reso quindi più energico e possente. Per concludere possiamo esaltare certamente le doti originali ed autentiche compositive di questo trio Padovano.

DALYLAROCK. 

 

                  La musica non esprime nessuna idea, e ne fa nascere a migliaia.

 

01. Tokyo Avenger

02. Lie to Me

03. Goliath

04. Fears

05. Get Away

06. Psycho

07. Mammoth King

08. Pressure

09. Yoga Fire

10. Black Hammer

11. Day Tripper

 

Thunder Jonny - drums

Thunder Espo - guitars

Thunder Hiyuga - bass and vocals

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione