Omnikage

                                                                                Acceptance 

                                                                                Art Gates Records

                                                                                ww.facebook.com/OmniKage.OKG                                                    

 

                                                                                                               

 

Un misto di rabbia, frustrazione, speranza, amore, potenza e libertà con queste parole possiamo descrivere la band Omnikage, che il 30 maggio 2016 ha portato alla luce il loro debut album” Acceptance”, l’album si articola in quindici potentissime tracks. L’album si apre con “intro”, appunto un’intro che dura appena 1’51”, ma subito ci mostra le loro strabilianti doti  compositive. L’inizio della prima track è ingannevole, poiché inizia con una forte presenza di musica elettronica che va sfumando in una dolce melodia che all’improvviso viene spezzata dalla potenza fulminante del growl. La track n. 2 “ good morning paranoia” si presenta molto travolgente , infatti troviamo dei growl potentissimi e inquietanti, accompagnati  da chitarre, basso e batteria insistenti e molto ritmate e una voce penetrante. Intimorisce molto con i suoi growl the Monk (vocals), nella track n. 3 “better way” nella parte sussurrata la voce si presenta molto profonda  e piena di pathos.

Chitarroni travolgenti di Sly Jackson(lead guitar) e Marcus Weylyn (rythmic guitar) aprono i sipari alla track n. 4 “ Ego –Speak”, dove la batteria di Ian Torrance (drums & electronics) coadiuva in modo perfetto il possente growl di the Monk. Molto electro si presenta l’inizio della track n.5 “ reflections”, dove la parte parlata è appassionante, intensa  a ‘mo di racconto tragico, interrotto poi da una batteria bellissima e ritmata, questa track dura solo 2’ 46” e funge da intermezzo parlato e musicale. tastiere melodiche  ed un riff stupendo di chitarra aprono le porte alla bellissima e nostalgica canzone n.6 “wrong side”, che vanta anche un travolgente assolo di chitarra, coadiuvato in modo perfetto dal riff di bassodel nostro capacissimo Dominick Sawyer. La track n.7 “Omnikage” inizia con un mix stupefacente di rumori “horror” seguiti subito da una batteria energica con un ritmo potentissimo, chitarre e growl distruttivi, molto appassionante il leitmotiv di questa track. Inizio fischiettante e titolo ironico della track n.8 “unredemption song”, è una canzone stupenda, nonché una delle più melodiche dell’album.

Dalla calma di “ unredemption song”, si torna alla potenza “spaccatutto” di questi ragazzi con la track n.9 “ disappeared”, dove penetrante, e profonda si presenta la bellissima voce del nostro the Monk. Un altro intermezzo musicale lo troviamo nella track n. 10 “ Error code 6.11”, che ci introduce verso le cinque canzoni in chiusura dell’album. Di una dolcezza toccante si caratterizza il finale dell’album la track n.15 “ outro”, tutta suonata alle tastiere. Vorrei spendere due parole sul collegamento tra copertina dell’album, titolo e società. La copertina rappresenta una testa di un uomo aperta con all’interno lui stesso in una gabbia.secondo me quest’immagine si collega perfettamente al titolo “ acceptance” (accettazione), perché molte volte la società ci “obbliga” a tenere in gabbia i nostri, sogni, idee e spesso anche a non essere se stessi. quindi viviamo spesso in una sorta di accettazione di quello che la società c’impone.

                                                                                                                              DALYLAROCK.

 

La musica pulisce l'anima dalla polvere della vita di ogni giorno.

 

01.  Intro

02.  Good Morning Paranoia

03.  Better Way

04.  Ego-Speak

05.  Reflections

06.  Wrong Side

07.  Omnikage

08.  Unredemption Song

09.  Dissapeared

10.  Error Code 6.11

11.  J.W.G.

12.  Revelation

13.  Hate Corporate

14.  Terrible Experience

15.  Outro

 

 

The Monk – vocals

Sly Jackson- lead guitar

Marcus Weylyn- rhythmic guitar

Dominick Sawyer-bass

Ian Torrance-  drums & electronics

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione