Mike Oldfield Return to Ommadown

Written by Super User on . Posted in Rock progressive

 

                                                                                                                  Mike Oldfield

                                                                                                                  Return to Ommadown 

                                                                                                                  Virgin EMI

                                                                                                                  www.mikeoldfieldofficial.com

 

 

Ne è passata di acqua sotto i ponti  dal primo album della Virgin, quelle campane tubolari che hanno segnato la storia della musica contemporanea e del cinema. Ora Oldfield inizia a ripercorrere tutta la sua carriera enumerandole quelle campane, “II”, “III”…e così via. Ora è il turno di Ommadown, il ritorno.

Ritorno, ma da dove? Mike è partito verso mete musicali che fino agli anni ’70 erano sconosciute ai più, quasi come un Colombo musicale. Il nostro one man band (dato che suona  fisicamente TUTTI gli stumenti) ripercorre, vestendoli a nuovo un bel  po’ di riff che abbiamo potuto già ascoltare. E allora ci si chiede:  perché un nuovo disco con un titolo che richiama ad un altro? E allora il dubbio ci assale. Due sono le ipotesi:  1) voleva provare a sviluppare i temi di allora con una maggiore maturità, che a quei tempi non aveva, 2) si è trovato di fronte ad un “aut aut” discografico e magari a corto di idee, si è trovato a scavare il fondo del badile. Una cosa è certa: la verità non la sapremo MAI.

Comunque il lavoro in questione è ben composto ed interpretato, ci mancherebbe, e credo che possa essere anche un buon punto di partenza per qualche neofita del repertorio “Oldfieldiano” per poi riscoprirne tutte le gemme a ritroso nel tempo. Per concludere, possiamo dire che si consiglia l’acquisto agli aficionados e a chi non ha mai ascoltato nulla di suo (il che mi pare difficile, dato che il tema de “L’esorcista” ormai lo conoscono pure le pietre).

 

(Giovanni Turco) 

 

01.Return to Ommadawn Pt. I

02.Return to Ommadawn Pt. II 

 

Mike Oldfield  plays all  instrments:

Strumenti a corda

Chitarra acustica steel

Chitarra flamenca

Basso elettrico

Basso acustico

Chitarra elettrica

Gibson SG Standard P90

Fender Telecaster

Fender Stratocaster

PRS Signature

Mandolino

Banjo

Ukulele

Arpa celtica

 

TASTIERE

Organo Vox Continental

Organo Hammond

Organo Farfisa

Mellotron

Solina

Clavioline

Pianoforte

Percussioni

Bodhrán

Tamburi africani

Glockenspiel

Altro

Penny whistle in B♭, C, D, E♭, F e G

Effetti vocali campionati dall'originale Ommadawn

Amplificatori

Mesa Boogie

Fender Twin Reverb

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione