Intervista a Nigel Glockler batterista dei Saxon

Written by Super User on . Posted in INTERVISTE

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SAXON - In studio per il nuovo album e molte più date in Italia per il prossimo tour. Intervista con Nigel Glockler. Tempi Duri ha avuto l' onore ed il piacere di fare quattro chiacchere con Nigel Glockerche ci ha svelato alcuni retroscena del suo percorso, della band e che ci ha deliziato di alcune anticipazioni peril nuovo album dei SAXON. Visto che erano le 7 di sera e che si era appena svegliato dalla sua pennichella, apparentemente troppo stanco la prima domanda è stata:

Ciao Nigel, come stai? Com' è la vita da Rock Star?

A - (Grassa risata) Eh, è una vita dura, il tourbus è un delirio specie di questo periodo perché appena si ammala una persona ci si ammala tutti quanti e e capita di ammalarsi anche due volte e quindi per ottemperare alla stanchezza devo recuperare facendo qualche penichella,   scusami per il ritardo.

Figurati, è un grande piacere per me e cercherò di essere breve per non rubarti tempo. Comunque capisco non sia facile viaggiare in bus, ma cos' è quel qualcosa del tuo lavoro che ti piace così tanto da darti la carica?

 Lavoro? Amo suonare, amo la musica, suono la batteria da quando avevo sette anni e mi diverto molto nel farlo,   e poi i nostri fans ci danno molta carica soprattutto adesso in tour.---Probabilmente queste sono le domande più frequenti che ti abbiano mai fatto... (altra grassa risata) ma effettivamente    mi è servito un po' per rompere il ghiaccio, non capita tutti i giorni di ritrovarsi di fronte ai propri idoli dall' adolescenza...

Allora ne approfitto per chiederti quali siano le domande peggiori che ti abbiano mai fatto o le cose più strane che ti siano mai capitate in tour?

Oddio, non saprei... però di cose strane sì me ne sono capitate molte negli anni. La cosa più pazzesca che mi sia mai capitata è che una volta  il mio set è andato a fuoco per cause che non saprei ancora spiegare... (ride) 

Come webzine abbiamo recensito il vostro ultimo lavoro, approfitto per farvene i complimenti, siete soddisfatti del lavoro e delle vendite?

A - Le vendite sono andate davvero molto bene esiamo molto orgogliosi della riuscita del DVD, sai, non rilasciamo mai qualcosa per cui   non siamo davvero felici di pubblicarla, in questo caso ci sono piaciute molto le riprese e ci è piaciuto il sound.

Effettivamente devo dire che anche a me è piaciuto molto, perché avete scelto "Let me hear your power" come titolo,   e avete mai pensato di fare qualcosa di strano come tingervi o tagliarvi i capelli, o bruciare una chitarra o spaccare uno  strumento sul palco o qualsiasi altra cosa al di fuori dal comune?

"Let me hear you power" è un brano col quale abbiamo un grande impatto sul pubblico, ha forse il più veloce dei riff di chitarra che    abbiamo mai scritto, è selvaggio fa che i nostri fans urlino: "Yeaaaaaaah !!!". Ci piace avere questo interscambio di energia,    quando siamo sul palco lo sentiamo ed è un sentimento meraviglioso.   Siamo sempre noi stessi, sia in sede live che in studio, ci piace essere ed esprimere ciò che realmente siamo senza alcuna finzione.

Alcuni nostri lettori ci chiedono se alcune scene del DVD sono tratte dall' ultimo concerto con Lemmy, è esatto?

 Sì--- Sapendo del grande legame che unisce questi grandi aristi ho cambiato subito discorso per non urtare la sensibilità  di questo grande uomo che mi si dimostra umile e cortese come pochi oramai.

Q - Qui la domanda allora mi sorge spontanea: cosa ne pensi di tutti gli effetti che vengono utilizzati sia nelle registrazioni che  nelle registrazioni? Intendo dire, trigger, simulatori di amplificatori, backing tracks comprensive di backing vocals etc...?

 Anche qui, noi siamo ciò che siamo, non c' è niente di nascosto alle nostre spalle quando noi suoniamo dal vivo, e a me non piacciono i trigger.  Fammi anche dire che alla fine degli anni novanta molti batteristi suonavano molto ma molto veloce, a parte che a me non piace, ma alcuni   suonavano col trigger utilizzandolo in modo che battendo un colpo se ne sentissero due, e fin qui potrebbe anche andare bene, ma ad un batterista  una volta accadde che gli andò in tilt il sistema e pertanto la scensa fu alquanto imbarazzante.

E quindi possiamo dire chechi utilizza questi artefizi stia facendo Heavy Metal?

(sonora pernacchia) Non lo so...  ---credo però che la sonora pernacchia sia abbastanza eloquente (rido)

Ma se voi iniziaste oggi a fare musica vi adeguereste?

Credo che a quel punto sia da valutare il discorso in base al genere di musica che si voglia fare però tieni presente  che per esempio i Queen, in "Bohemian Rhapsody" dove appunto ci sono i cori che sono impossibili da riproporre dal vivo    fanno una cosa interessante, ovvero escono dal palco, la traccia va, e poi rientrano a fare rock 'n' roll !!! "Sbaang!!!"  Capiscimi, quando tu usi dei trucchi dopo hai come un debito in fase di live ecco perchénoi preferiamo registrare cose che poi non     siano mai distanti da ciò che siamo veramente. ---ragazzi a me sono venuti i brividi... senti quant' è vero ciò che dice...

 E' vero che ogni grande musicista ha grandi strumenti? Quali preferisci usare?

 Sì, certamente. Io uso "Paiste" dall' 81 e non li cambierei per mai niente al mondo, loro sono come una famiglia per me, e poi alcuni musicisti     si perdono nel trovare il suono giusto per poi non essere mai soddisfatti, io sono a posto con quello che ho.   Per il resto una compagnia britannica: "The duellist" e bacchette "Wincent".

Cosa pensi che si aspettino da voi i vostri fans, e quelli italiani?

 Semplicemente un grande show, forte e divertente ! Di certo non quel tipo di spettacolo dopo il quale esci dalla sala curvo.  Le persone vogliono divertirsi, non è sempre facile ma ciò che vogliamo è divertirci e far divertire.   Il pubblico italiano ci piace molto e assomiglia sia a quello spagnolo che a quello del Sud America.   Poi io ho un debole per l' Italia in quanto mia moglie è originaria della Sicilia, purtroppo lei stavolta   non è potuta venire con noi (nei suoi occhi si legge il rammarico) e amo la pasta, il più delle volte    quando lei è in tour con noi cucina lei tanta di quella pasta!!!  La mia band preferista sono i Genesis ma la mia seconda band    preferita è italiana ed è la PFM, amo tutto quel filone del rock progessivo italiano che va dai New Trolls,   al Banco del Mutuo Soccorso e Le Orme.--ma te guarda che coincidenza! Anch' io sono siciliano ed amo la pasta !!! E poi dicono che in Italia non abbiamo talenti musicali.

 E a tua moglie piace l' heavy metal?

 A lei piace tutta la musica e in particolare la sua band prefrita sono i RUSH !--- gli ho raccontato della prima volta che andai a bologna nel 2004 al Gods of Metal e a causa dell' indimenticabile uragano  che distrusse in buona parte il palco i RUSH non potettero esibirsi... (fra me e me: speriamo non accada nulla oggi!")

Q - Qual' è il tuo album dei SAXON preferito e qual' è la canzone che più ami.

Ci sono canzoni che mi piacciono per ogni album, mentre l' album a cui sono profondamente legato rimane il mio primo live album:    "The eagle has landed" ma quello che ha un posto speciale nel mio cuore è il mio primo studio album "Power and the glory", una canzone...      sì, amo "Sacrifice" ma ripeto, me ne piace una per ogni album.

A - Stasera cosa suonate?

 Non te lo dirò! Aspetta e vedrai !!!

--- Lo sapevo! Avrei dovuto consultare uno di quei siti che pubblicano le set-lists ma mi ha detto che loro le cambiano lo stesso una o due canzoni.

Q - Dopo questo tour ci possiamo aspettare un nuovo album?

 Certamente! Abbiamo ultimato le registrazioni dell batteria e completeremo le tracce di basso il prossimo febbraio.

Q - Si sa quando uscirà?

Non ancora !

Q - Ok, ti ringrazio molto,sentiti libero di dire quel che vuoi ai nostri lettori e ai fans italiani.

 Vi ringraziamo per il vostro supporto, il prossimo tour vedrà molte più date in Italia, sappiate che se fosse per noi  a suonare dappertutto ma non dipende da noi! 

--- In bocca al lupo per lo show di stasera!!!

Congediamo così il drummer dei SAXON che si accingono a salire sul palco fra poche ore.Per voi curiosi leggete il live report della magica serata in quel di Bologna !!!

Giuseppe Sbriglio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione