Slaves To Fashion Omonimo

Written by Super User on . Posted in Demo

 

                                                 Slaves To Fashion

                                                 Omonimo

                                                 Autoprodotto

                                                www.myspace.com/slavestofashion

 

 

 

Seconda fatica discografica per il gruppo norvegese di Haugesund degli “Slaves To Fashion” dopo l’abbastanza fortunato esordio con “Crossing Over” nel 2007 col nome di P:O:B che, peraltro, ottenne buone recensioni. Si tratta di una band di hard rock melodico con tendenze alla musica pop.

Questo nuovo lavoro si presenta sotto forma di EP con tre brani dalle differenti atmosfere musicali. La prima traccia “Mrs. Hero” ha un’apertura in stile grunge che ricorda vagamente i Nirvana, per poi trasformarsi in un poderoso e piacevole rock & roll. La canzone procede liscia, senza particolari sussulti, con una chitarra molto gradevole.

A tratti ricordano anche un po’ i “Dream Theatre” ma con toni addolciti e un maggiore ammiccamento verso il pop. Il disco va avanti con “Left Out In The Cold”, un brano dall’inizio caratterizzato da un riff di chitarra che fa subito pensare ai primi “Iron Maiden” di “Prowler”, ovviamente con le dovute proporzioni.

Le atmosfere si fanno certamente più hard rock rispetto alla prima traccia, con un bel ritmo incalzante di chitarra elettrica sapientemente distorta. Anche le parti cantate non sono da sottovalutare e il classico europe english del cantante norvegese consente una maggiore comprensione del testo. Sono circa 3.30 minuti di buona musica rock.

Arriviamo, infine, alla terza traccia “Out Of Here”, la migliore dell’EP. Si tratta di un brano molto lento e struggente, dalle piacevoli atmosfere alla “Green Day” di “Boulevard Of Broken Dreams”. Il pezzo, infatti, è una ballata rock carina e coinvolgente che consente anche di chiudere gli occhi e di sognare.

Questo EP non è certo un capolavoro e non contiene elementi musicali innovativi o sperimentali, però nel suo insieme è molto gradevole e fruibile. Sicuramente è molto adatto per un ascolto in automobile o in compagnia di un gruppo di amici.

Non richiede un’audizione impegnata e concentrata, perciò è adatto a chi ascolta la musica per piacere senza troppi coinvolgimenti cerebrali. D’altra parte, le molte citazioni che ho fatto in questa recensione, ci fanno capire che gli “Slaves To Fashion” hanno concepito i brani ispirandosi ad altri artisti senza creare uno stile personale. Per questo motivo devo dividere il voto in due parti, una per il contenuto musicale dell’album che tenga conto degli elementi compositivi e una per il puro piacere dell’ascolto. Lavoro non originale, ma bello. Voto contenuti: 6.5/10. Voto ascolto: 7+/10.

 

Pierluigi Daglio

 

01.  Mrs. Hero

02.  Left Out In The Cold

03.  Out Of Here

 

 

Johannes Støle - Vocals, Keys
Torfinn Sirnes  -  Guitars
John Henry Lind - Bass
Vidar Ingvaldsen  - Drums

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione