Terza Corsia Sogno o Realtà

Written by Super User on . Posted in Musica italiana

 

 

                                                                              Terza Corsia

                                                                              Sogno o Realtà

                                                                              Music Force

                                                                              www.myspace.com/terzacorsiaband

 

 

La band dei Terza Corsia di origini abruzzesi  pubblicano  un EP dopo aver pubblicato nientemeno che un opera rock “Dorian” dei quali sono co autori assieme al noto coreografo Americo di Francesco, quindi siamo di fronte non a dei musicisti alle prime armi , ma con dei veri professionisti della musica. Debbo dire di essere rimasto  abbastanza sorpreso dal vedere come dopo aver pubblicato dei dischi si affidano al nuovo anno con un EP certamente di buona fattura sia per come è stato suonato  prodotto etcetc.

Forse per i miei gusti avrei preferito ascoltare un disco intero, anche se da questi quattro pezzi si capisce subito di che pasta sono fatti, la scelta di chiudere il dischetto con una canzone  di Battisti “Amarsi un Po” (dal suono assai moderno e la voce di Gianluca  di Febo con le dovute rimostranze  è simile a quella dell’autore originale) ,dimostrano oltre ad un certa dose di coraggio anche  una buona cultura musicale che non guasta . Hanno anche saputo dare una nuova lettura dando alla canzone una nuova dinamica , ,infatti dai primi arpeggi la canzone è già riconoscibilissima,ed è molto bello  il crescendo centrale .

Intrigante  la canzone  d’apertura “Tempesta” dove ad un certo punto verso la arte centrale della canzone i Terza Corsia  citano brevemente Lucio Dalla,con “Balla Balla Ballerino”  ma è anche un invito a guardarsi  intorno e cercare nuove ispirazioni .“Sudore” si muove sinuosamente tra psichedelia  e  drammaticità interpretativa , è una canzone che ci fa  piacere la band e li fa avvicinare a gruppi come i Subsonica,la title track è  sicuramente più vicina  a certe dei primi Pink Floyd molto più nelle intenzioni che nei fatti malgrado una mellifluità della chitarra danno un certo respiro psichedelico.In conclusione il gruppo merita di più di quanto raccolto sinora ed auguriamo  loro di cuore un grande successo .

Stefano Bonelli

 

01.Tempesta

02.Sudore 

03.Sogno o realtà

04.Amarsi un po’

 

Gianluca Di Febo - vocal & piano

Giuseppe Cantoli - guitar

Nicola Di Noia - bass & sinth

Alessio Palizzi - drums

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione