Rémi Charmasson Quintet ‎ The Wind Cries Jimi

Written by Super User on . Posted in jazz/fusion

                                                            Rémi Charmasson Quintet ‎

                                                            The Wind Cries Jimi

                                                            AJMI Series ‎– AJM 23

                                                            www.myspace.com/charmasson

 

 

 

Chitarrista davvero interessante questo Remì Charmasson ‎il quale con il suo gruppo il Remì Charmasson Quintet pubblica un disco dedicandolo ad un chitarrista di cui praticamente è impossibile non conoscerne il nome e le sue gesta .

Parliamo di Jimy Hendrix il quale con il suo stile e la sua tecnica ha influenzato più di una generazione di rocchettari e non solo evidentemente visto che Remì Charmasson è chitarrista si ma di estrazione jazzistica .

Certo il suo non è un nome conosciuto ai più,però questo no gli impedisce di fare dell’ottima musica e  pubblicare dischi intriganti come del resto è questo “The Wind Cries Jimi” ,disco in cui vengono rivisitati alcuni grandi pezzi del chitarrista afroamericano, dando loro una nuova vitalità e lettura ed è quanto meno sorprendente(almeno per il sottoscritto), che certe pietre miliari acquistino nuova luce pur brillando di luce propria da decenni .

Gli arrangiamenti che sono stati fatti a questi pezzi rendono gli stessi quasi brani dell’autore essendo Remì  è riuscito a dare una lettura del tutto personale e la parte vocale degli stessi viene interpretata alla grande dalla brava e bella cantante Laure Donnat, ch in possesso di un timbro c vocale assai suggestivo in grado di coprire una gamma di  sonorità davvero impressionate raggiungendo delle note basse impressionanti.

Tutto il disco è pervaso da un atmosfera particolare assai intima e l’ascolto a volte viene sublimato da una suggestività affascinante e mi è praticamente impossibile tralasciare dalle citazioni un qualsiasi pezzo presente in scaletta .

Ma il dovere di recensore mi chiama ed allora mi permetto di estrapolare dal contesto l’opener Little wing canzone dallo spiccato senso chitarristico a cui in questo caso viene aggiunto il pianoforte per una versione da urlo.

 Altra canzone  che mi sento di citare è Burning of the midnight lamp a cui malgrado sia stata tolta la distorsione della chitarra nella versione originale ,qui assume un aspetto ancor più psichedelico.

Da notare che stiamo parlando di un disco di musica jazz anche se le canzoni vengono dal rock e tutte le canzoni hanno in se questo flavour intimistico.

Quindi in questo senso no posso fare ameno di citare anche la stupenda versione di The wind Cries mary ,molto lunga in questa sede ed alla quale èstata giunta versione la conclusione una citazione beatlelsiana ,infatti l’organo hammond esegue la  nota melodia di Hey Jude in un ideale incontro tra i Bealtles e  jimy Hendrix a mio avviso na genialata .

In conclusione forse l’unico brano non hendrixiano è senza dubbio People get ready della quale ricordo ovviamente la versione di Rod Stewart e Jeff Beck (nel noto video).Se mi posso permettere mi sento di consigliarvi l’ascolto di questo disco  col volume a palla verrete avvolti da un atmosfera di un intimità davvero particolare .

Stefano Bonelli

01.  Little Wing                      

02.  One Rainy Wish  

03.  Burning Of The Midnight Lamp            

04.  Voodoo Chile                  

05.  Wait Until Tomorrow      

06.  Them Changes                

07.  The Wind Cries Mary     

08.  People Get Ready*

Bernard Santacruz –bass

Bruno Bertrand–  drums

Rémi Charmasson –  guitar

Perrine Mansuy – piano, organ [b3 hammond], synthesizer [korg sv1]

Laure Donnat – vocals

Special guest:

Julien Gaillard –  guitar [guitar solo]*

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione