Dewa Budgiana Dwai In Paradaise

Written by Super User on . Posted in jazz/fusion

                                                                         Dewa Budgiana

                                                                         Dwai In Paradaise

                                                                         Monjune Records

                                                                         www.dewabudjana.com

 

 

 

E’ la prima volta che mi imbattuto in questo straordinario musicista  Dewa  Budgiana originario dell’indonesia, con la sua chitarra riesce a fondere diversi stili che hanno  a che fare principalmente col jazz ma forte è l’influenza della sua terra natia”Ganngga” che in questo stupendo disco si fonde perfettamente col jazz .

Musicalmente  l’influenza di un chitarrista come  Pat Metheny,( del quale possiede l’estro creativo per via dello stile praticamente simile  nella concettualità della struttura dei brani, ove si prende una frase melodica e la si sviluppa .)

ma Dewa riesce ad appropriarsi di questa influenza facendo scaturire dalle sue musiche e e melodie a volte davvero suggestive.Dopo l’ascolto si rimane come estasiati nell’essere stati circondati da sensazioni incredibile la musica del nostro chitarrista riesce ad essere perfino evocativa ,queste sensazioni si imprimono nelle immagini che si fissano nella mente  facendo allargare l’orizzonte visivo di chi ascolta.

La musica contenuta in questo dischetto ha anche il potere di farti intraprendere un viaggio quasi bucolico ma non psichedelico, è musica a volte struggente ”caka 1992” ed anche impegnativa  nell’ascolto.

Al disco partecipano moltissimi musicisti , ma fra i tanti spicca il  nome del mitico Peter Erskine batterista anche dei Wheater Report ed anche un grandissimo Howard Leavy armonicista di immenso talento che si offre volentieri in Rerad Rerod .

Se vi siete stancati di ascoltare Pat Metheny  m senza dover rinunciare alle frasi melodiche che lo hanno da sempre contraddistinto qui trovate quello che cercate .

 

Stefano Bonelli

 

 

 

 

01. Lalu Lintas

02. Gangga

03. Masa Kecil

04. Kromatik Lagi

05. Back Home

06. Malacca Bay

07. Kunang Kunang

08. Caka 1922

09. Rerad Rerod

10. On The Way Home

11. Dancing Tears

12. Devananda

 

Dewa Budjana - electric, acoustic & synth guitar

Shadu Rasjidi - bass (tracks 1, 2, 4 & 6)

andy Winarta - drums (tracks 1, 2, 4 & 6)

Saat Syah - Suling bamboo flute (tracks 3, 5, 9, 10 & 11)

Indra Lesmana - keyboards (tracks 5, 10 & 11)

Irsa Destiwi - piano (track 2)

Ade Irawan - piano (track 6)

Krishna Balagita - keyboards (track 7)

Bintang Indrianto - drums (tracks 7 & 8)

Rishanda Singgih - bass (track 3)

Ronald Fristianto - drums (track 3)

Arie Ayunir - drums (track 7)

Deva & Dawai - vocals (tracks 3 & 9)

Vinod Gangani - vocals (track 2)

Sophia Latjuba - vocals (track 2)

Biet-  vocals (track 6)

Oni & Helmi - violin (track 8)

Surti - viola (track 8)

Wavan - violoncello (track 8)

Aminoto Kosin - strings arrangement (track 8)

 

special guests:

Dave Carpenter - bass (tracks 5 & 9)

Peter Erskine - drums (tracks 5, 9, 10 & 11)

Reggie Hamilton - bass (tracks 10 & 11)

Howard Levy - harmonica (track 9)

           

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione