Beny Conte II ferro e le muse

Written by Super User on . Posted in Musica italiana

 

                                                                                                                   Beny Conte 

                                                                                                                   II ferro e le  muse

                                                                                                                   Music Force

                                                                                                                   www.facebook.com/Benyconte

 

 

 

Benedetto Conte, musicologo, compositore, scrittore, chiatarrista, è nato a Palermo dove ha iniziato gli studi musicali, conseguendo la laurea in Discipline della musica e in Musicologia e Beni musicali. Ha conseguito svariate specializzazioni e oggi è docente a Pescara di Contemporary Guitar presso la Scuola Civica Musicale di S.Giovanni Teatino (Ch) e presso l’Accademia Professione Musica di cui è fondatore e direttore artistico. Ha insegnato presso la scuola di recitazione del Teatro Stabile Biondo di Palermo e ha al suo attivo numerose pubblicazioni discografiche nazionali e internazionali. È autore di saggi di interesse musicale e di sociologia della musica [dalla quarta di copertina].

www.lankenauta.it 

Questo  è in soldoni  Beny conte che si presenta al suo pubblico con il Ferro e le muse  opera  letteral/discografica con la quale ci siamo imbattuti per merito della Music Force la quale ci ha  inviato questo interessante lavoro che ci accingiamo a recensire non senza difficoltà Benedetto conte in arte  Beny Conte è autore di varie opere è questa “il ferro el e muse” è solo una delle uscite discografiche che ha realizzato,In particolare questo ultima è accompagnata da un libro che si schiera  apertamente contro la mafia ed esprime  voglia  di liberarsi da essa, il disco ne è la trascrizione musicale.Pur essendo Conte un musicista completo, trovo che la sua voce non sia  delle migliori ,ma sopperisce a questo  interpretandone al meglio le canzoni che sono state realizzate con tutti i crismi del caso  .

IL disco si muove su diversi territori musicali favorendo la varietà musicale che permette a chi ascolta di avere a disposizioni le disparata sensazioni, infatti durante l’ascolto ci imbattiamo ora nel folk tradizionale “Vitti na crozza” ora nel jazz d’autore de “l’isola di buona gente” oppure anche in “Mafia”che fa la coppia con “la mafia e li parrini” antica canzone siciliana interpretata alla grande da Conte  che eguaglia in bellezza addirittura la classicissima interpretazione che ne fece Rosa Balistreri che però non incise mai la canzone. La versione attuale però ha dalla sua  la spinta modernista che l’autore siciliano ha voluto dare non solo a questa  interpretazione ma anche a tuto il disco .“Il ferro e le muse” è un disco che cresce ad ogni ascolto ed ogni volta ti dona qualcosa  merito anche dell’intensità interpretativa e degli arrangiamenti raffinati e d eleganti che Beny Conte  ha realizzato e che sono uno dei punti forza  del lavoro .

L’opera è da considerarsi come  una tavolozza di colori che il pittore usa  a suo piacimento per realizzare il suo quadro che può diventare qualsiasi cosa col suo pennello, ed i vari colori sono le canzoni nelle quali son intrise le varie emozioni ora drammatiche ed ora folkloristiche ma  su tutto questo c’è la grande voglia di raccontare una terra come la Sicilia, isola tra le più belle della terra e che Beny Conte racconta  emozionandoci come fosse un antico menestrello dei nostri giorni

“Il ferro e le muse” è un disco da ascoltar con attenzione cercando di eliminare il senso  critico per cogliere tutte le sfumature di cui è pregno .

Stefano Bonelli 

 

01.Quannu scinni 'a notti

02.Vitti 'na crozza

03.L'Isola di Buonagente

04.Malìa

05.La mafia e li parrini

06.Cantu du la Vicarìa

07.'A liggi di lu ferro

08.Come un abbraccio (Sikelìa)

09.Serenata alla terra

10.'U tempu di cirasi

 

 

 

 

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione