Scientist 10100ii00101

Written by Super User on . Posted in Estremo

 

                                                                                       Scientist

                                                                                       10100II00101

                                                                                       Hell comes home Records    

                                                                                                ww.facebook.com/scientistchicago1

 

 

Parliamo oggi di un quartetto di Chicago, Illinois, dai tratti architectural sludge metal, fondatosi nel 2011, che  nel 2015 pubblicano il loro secondo album “ 10100II00101”, questo si articola in 11 tracks, ad essere sincera non molto entusiasmanti. La prima track “ Singularity “, non mi piace perché risulta troppo urlata e non lascia spazio all’articolarsi fluido e naturale della musica. Non condivido la scelta della band di mettere una track lunga 10 minuti come seconda track, anche perché  la track n. 2 “ Siege Capture Control” risulta molto oscura, psichedelica e non coinvolge l’ascolto. La track n. 5 “ Luminal” è un intermezzo  musicale e vocale molto lugubre, quindi che rimanda ad atmosfere cupe ed oppressive. Molto bella la track n.6 “ Gravity well”, dove basso e chitarra si presentano molto malinconici quasi tendenti al blues, ma tutto ciò è solo un inganno iniziale, poiché poi comincia la potenza dei growl  coadiuvati da una batteria infuocata e chitarra e basso potenti e ritmati. mi ha colpito molto la delicatezza musicale dell’intermezzo musicale “ LIMB” track n. 7. Parlando della composizione del quartetto vediamo : e – (guitar/voice), JUB(drums),patricK(guita/vox) ed infine Mat (bass player) Essendo un’amante del metal non posso dire che non sia un bell’album, ma a loro discapito devo sottolineare cheè un album poco vivace e brillante ed inoltre  che gli scienziati di Chicago hanno grandi capacità tecniche, ma non hanno la capacità di dare spazio alla fantasia ed al naturale, fluire e divenire della musica.                                                                         

 

 DALYAROCK. 

 

01.  Singularity

02.  Siege capture control

03.  The lighthouse

04.  Baptistina

05.  Luminal

06.  Gravity well

07.  Limb

08.  Physician heal thyself

09.  Orbital

10.  Bloodless breathless

11.  10100ii00101

 

Eric Plonka - vocals, guitar

Patrick Auclair - vocals, guitar

Mathew Milligan - bass

Justin Cape - drums

FOLLOW US

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione